Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
19/04/2019

Vietate le borse di plastica in Austria

A partire dal gennaio 2018, in Italia, i commercianti possono utilizzare esclusivamente borse di plastica che rispettino un particolare procedimento di produzione (Direttiva UE 2015/720). È inoltre obbligatorio metterle in conto al cliente. Si possono continuare a utilizzare borse di altro tipo, p.es. quelle di carta, per le quali non esiste alcun obbligo di pagamento.

Le nuove borse di plastica usa e getta vengono prodotte con la plastica biologica, che utilizza amido, cellulosa, mais, barbabietola da zucchero o legno. Esse si degradano fino al 90% entro tre mesi senza rilasciare alcun elemento nocivo per persone e ambiente. Anche le borse riutilizzabili devono comunque contenere una certa percentuale di materiali riciclati.

Il divieto previsto dal governo austriaco dovrebbe invece entrare in vigore a partire dal 1° gennaio 2020. Secondo il locale ministero dell’ambiente, in Austria circolano attualmente circa 400 milioni di borse di plastica nel solo ambito del commercio di alimentari, che causano da 5.000 a 7.000 tonnellate di rifiuti in plastica all’anno. Per i commercianti austriaci che, per esempio, abbiano già ordinato borse con il proprio logo o ne abbiano disponibilità a magazzino, è previsto un termine di smercio di un anno, che verrà però a decadere alla fine del 2020.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

19/03/2020

MUD, rinviata la presentazione della dichiarazione

Come previsto dal recente decreto "Cura Italia" e, in particolare, dall'art.113, la scadenza della presentazione della dichiarazione ambientale sui rifiuti pericolosi prodotti (MUD) è stata rinviata dal 30 aprile al 30 giugno 2020.
 
 

19/02/2020

Batterie e accumulatori, comunicazione entro il 31 marzo

Le batterie e gli accumulatori importati ovvero prodotti e venduti in Italia nel 2019 devono essere comunicati al Ministero dell’ambiente entro il 31 marzo 2020. Le quantità comunicate in gennaio al Consorzio e in marzo al Ministero dell’ambiente ...
 
 

11/02/2020

Trasportare i rifiuti senza problemi

Come prevede uno specifico accordo tra Unione e Provincia, gli associati all’Unione, eccezion fatta per il commercio di articoli elettrici ed elettronici, sono esentati dall’iscrizione nel Registro ambientale. In questo modo gli associati all’Unione ...
 
 

31/01/2020

Settore alimentare, il trend del packaging sostenibile

Il settore alimentare è il più grande del commercio al dettaglio in Alto Adige. Per portare avanti le priorità e gli interessi comuni, i commercianti al dettaglio di questo settore si incontrano regolarmente presso l’Unione, come avvenuto di recente ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott. Heinz Neuhauser

Sicurezza sul lavoro, ambiente e igiene
Capoarea
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 519
E-mail: