31/01/2020

Via libera da Roma per il nuovo ordinamento sul commercio in Alto Adige

Il presidente dell’Unione Philipp Moser: “Un segnale per la nostra autonomia”

Il Governo a Roma ha dato in questi giorni il via libera al nuovo ordinamento commerciale dell’Alto Adige emanato lo scorso novembre dal Consiglio provinciale. L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige accoglie con favore l’atteso semaforo verde dalla capitale. “Per noi questo passo rappresenta un chiaro segnale e una conferma dell’autonomia nella nostra strategia in ambito commerciale”, afferma con soddisfazione il presidente dell’Unione Philipp Moser in un primo commento.

L’ordinamento del commercio assicura maggiore chiarezza giuridica, un aspetto che, in un settore particolarmente sensibile, ricopre un’enorme importanza. “C’è bisogno di sicurezza del diritto basata su norme e leggi chiare, valide per tutti i soggetti coinvolti e applicate e controllate con coerenza”, ribadisce il presidente.

L’Unione ha collaborato in maniera decisiva all’elaborazione della nuova legge provinciale. In queste settimane sono in corso di definizione le necessarie norme di attuazione che permetteranno di applicare le nuove regole commerciali nella maniera più semplice e rapida possibile.

Tra le altre cose, il nuovo ordinamento commerciale prevede una regolamentazione più chiara delle autorizzazioni all’attività commerciale per le nuove aperture di tutte le grandezze nelle zone residenziali e non residenziali. Ciò vuol dire, per esempio, che per l’esercizio del commercio al dettaglio a partire da superfici commerciali di 800 metri quadrati (in Comuni fino a 10.00 abitanti) e di 1.500 metri quadrati (in Comuni sopra i 10.000 abitanti) sia richiesta la relativa autorizzazione commerciale. In questi casi la semplice segnalazione certificata di inizio attività (Scia) non è più sufficiente. “Ciò comporta anche una maggiore sicurezza giuridica e di programmazione per le aziende”, conclude Moser.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

12/01/2022

L’Unione pubblica il bilancio dell’attività 2021

In questi giorni l’Unione ha pubblicato il proprio bilancio dell’attività per l’anno 2021 ormai giunto al termine. Il documento presenta tutte le principali cifre e fatti relativi all’attività associativa e ai settori rappresentati. “Un anno di ...
 
 

03/12/2021

I commercianti ambulanti nell’Unione tracciano un bilancio con alti e bassi

I commercianti ambulanti nell’Unione tracciano un bilancio di fine anno: “Anche la passata stagione del commercio ambulante in Alto Adige deve essere descritta come altalenante. L’unico aspetto positivo è che i mercati di approvvigionamento ...
 
 

30/11/2021

Shopping d’Avvento: “Il fascino del Natale – Brunico” con grande gioco a premi

Come speciale iniziativa per sostenere la vitalità del centro storico di Brunico, durante l’Avvento di quest’anno, il locale gruppo comunale dell’Unione in collaborazione con l’associazione turistica di Brunico e i partner Cassa Raiffeisen Brunico ...
 
 

29/11/2021

L’Unione organizza visite aziendali per studenti con background migratorio:

Tra i progetti per i giovani dell’Unione sono comprese anche le visite aziendali per giovani e studenti. In questo campo l’associazione intende porsi come punto di contatto tra futuri professionisti e locale mondo del lavoro. “Il commercio, i ...