Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
28/07/2020

Tornare a regolamentare autonomamente le aperture domenicali e festive

Il presidente dell’Unione Philipp Moser: “Un grande passo avanti per centrare l’obbiettivo!”

Lunedì 27 luglio 2020 la Commissione dei 12 ha dato il via libera alla norma di attuazione per un regolamento autonomo delle aperture domenicali e festive nelle Province di Bolzano e Trento. Ora la proposta della Commissione di Autonomia sarà inviata ai ministeri competenti per i loro pareri. “Ci siamo avvicinati di molto all'obiettivo di poter regolamentare autonomamente le aperture dei negozi”, spiega soddisfatto Philipp Moser, presidente dell’Unione. “L'impegno per questo progetto continua in modo coerente e mirato. Siamo ancora in ballo”, dice Moser. Nel frattempo, continua il presidente, la sensibilità per il riposo domenicale è diventata una priorità assoluta.

Da sempre, l’Unione auspica l’introduzione di una normativa locale che regoli le aperture domenicali a tutela della varietà del commercio altoatesino. “Abbiamo bisogno di una soluzione su misura delle necessità dell’Alto Adige, che prevede anche eccezioni per le località turistiche nonché per le aziende del commercio di vicinato e della tradizione”, ribadisce il presidente dell’Unione.

Un ulteriore presupposto per una propria norma e quindi per la competenza di regolamentare gli orari di apertura è stata ora creata dalla Commissione dei 12.

“Le domeniche e i festivi appartengono alle famiglie, ai nostri valori e alla tranquillità. Di domenica non si genera fatturato in più, ma lo si divide semplicemente su sette giorni – a tutto svantaggio delle nostre molte aziende familiari con i loro collaboratori”, riassume l’Unione.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

20/01/2021

Musica d’ambiente, posticipato il pagamento

Tenuto conto delle misure eccezionali adottate dal governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria, la SIAE ha deciso di posticipare il termine per il rinnovo degli abbonamenti annuali per la musica d’ambiente, la cui nuova scadenza è il 30 aprile ...
 
 

20/01/2021

Webinar: La chimica nascosta nella moda – abbigliamento, scarpe & accessori

I clienti non solo sono sempre più consapevoli riguardo alla moda, ma sono anche molto più informati riguardo i materiali con i quali sono prodotti i capi di abbigliamento o le calzature. l'Unione invita a partecipare alla manifestazione informativa ...
 
 

19/01/2021

Pagamenti compensativi per tutte le aziende a causa della crisi Covid

Nel corso del 2020, a causa della pandemia, moltissime aziende hanno dovuto affrontare un calo del fatturato, ricorda l’Unione. In questo periodo, per la grande maggioranza delle aziende, le preoccupazioni e l’incertezza di cosa porterà con sé il ...
 
 

15/01/2021

Per i fornitori delle aziende turistiche il tira e molla con l’inizio della stagione invernale è problematico

Con la sua funzione di collegamento tra Nord e Sud, la difficile situazione in Italia, Austria e Germania si riflette negativamente anche sulla liquidità delle aziende del commercio all’ingrosso in Alto Adige. “E siamo fortemente legati allo ...