Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
28/07/2020

Tornare a regolamentare autonomamente le aperture domenicali e festive

Il presidente dell’Unione Philipp Moser: “Un grande passo avanti per centrare l’obbiettivo!”

Lunedì 27 luglio 2020 la Commissione dei 12 ha dato il via libera alla norma di attuazione per un regolamento autonomo delle aperture domenicali e festive nelle Province di Bolzano e Trento. Ora la proposta della Commissione di Autonomia sarà inviata ai ministeri competenti per i loro pareri. “Ci siamo avvicinati di molto all'obiettivo di poter regolamentare autonomamente le aperture dei negozi”, spiega soddisfatto Philipp Moser, presidente dell’Unione. “L'impegno per questo progetto continua in modo coerente e mirato. Siamo ancora in ballo”, dice Moser. Nel frattempo, continua il presidente, la sensibilità per il riposo domenicale è diventata una priorità assoluta.

Da sempre, l’Unione auspica l’introduzione di una normativa locale che regoli le aperture domenicali a tutela della varietà del commercio altoatesino. “Abbiamo bisogno di una soluzione su misura delle necessità dell’Alto Adige, che prevede anche eccezioni per le località turistiche nonché per le aziende del commercio di vicinato e della tradizione”, ribadisce il presidente dell’Unione.

Un ulteriore presupposto per una propria norma e quindi per la competenza di regolamentare gli orari di apertura è stata ora creata dalla Commissione dei 12.

“Le domeniche e i festivi appartengono alle famiglie, ai nostri valori e alla tranquillità. Di domenica non si genera fatturato in più, ma lo si divide semplicemente su sette giorni – a tutto svantaggio delle nostre molte aziende familiari con i loro collaboratori”, riassume l’Unione.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

16/04/2021

Per la prima volta i test salivari in Alto Adige

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige sostiene attivamente gli sforzi per la prosecuzione della strategia di test in Alto Adige. “Fin da subito offriamo gratuitamente a tutti i nostri collaboratori la possibilità di eseguire un innovativo ...
 
 

13/04/2021

“L’auto è l’ufficio di un agente di commercio, lo strumento di lavoro fondamentale!“

Gli agenti e rappresentanti di commercio Fnaarc nell’Unione chiedono alla Provincia l’esenzione del pagamento del bollo auto per la categoria. “La nostra categoria coinvolge circa 500 professionisti in Alto Adige ed è uno dei motori ...
 
 

13/04/2021

“Torni finalmente a lavorare anche la gastronomia in Alto Adige!”

“La gastronomia rischia di non rialzarsi mai più!” Così l’Unione sintetizza la situazione del settore della gastronomia in Alto Adige. “Continuano a passare le settimane e gli imprenditori devono restare a guardare le proprie aziende finire in ...
 
 

12/04/2021

Areale “Metro”: quali effetti avrebbe un nuovo centro commerciale sulla città?

Quali sarebbero gli effetti di un nuovo centro commerciale sull’areale “Metro” a Bolzano sulle immediate vicinanze, sullo sviluppo della città e sui quartieri? Quanti negozi sfitti con quanti metri quadrati ci sono a Bolzano e in quali condizioni si ...