Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
18/12/2018

Tavola rotonda sul settore radiotelevisivo

Tutti i partecipanti considerano di grande aiuto i colloqui con i colleghi
Si è tenuta a metà giugno, presso il NOI Techpark di Bolzano, la tavola rotonda dedicata al settore radiotelevisivo in Alto Adige, nel corso della quale sono state discusse le necessità e le caratteristiche di questo particolare ambito economico. Alla discussone hanno partecipato Martin Pfeifhofer (Südtirol 1), Vittorio Longati (RAI Südtirol), Bruno Benedetto (Video 33), Christian Peer (Peer TV) e Lorena Sala (capoarea delle categorie nell’Unione).

Dal dibattito è emerso che, grazie ai diversi influssi culturali e linguistici caratterizzanti l’Alto Adige, il settore presenta un alto potenziale di creatività e di allargamento del mercato. Tra i punti di forza del settore i partecipanti hanno indicato innanzitutto i finanziamenti pubblici. Un argomento che si ritrova sia fra le forze che fra le debolezze è la collaborazione: secondo alcuni dei presenti sussiste troppo poca cooperazione tra le singole stazioni radio e tv; altri, a loro volta, si esprimono positivamente a questo riguardo e menzionano come esempio il buon funzionamento del Consorzio DAB.
 
Gli standard tecnici in continua trasformazione così come il conseguimento di una visibilità sufficiente sono quindi stati indicati dai partecipanti come le maggiori sfide. Come sostegno efficace per le imprese attive nel settore radiofonico, i partecipanti al tavolo hanno proposto una consulenza nei settori moderazione, redazione e questioni legali. Un obiettivo delle emittenti privati sono i diritti sui film, che in futuro dovrebbero essere finanziati da IDM o dalle strutture pubbliche. Una progressiva concentrazione sul mercato, banda larga e Consorzio DVB T2 sono fattori di sviluppo importante, in particolar modo nel territorio altoatesino. Dal punto di vista dell’internazionalizzazione, i partecipanti hanno auspicato la regolazione di una piattaforma internazionale e una convergenza fra tv e internet. Nel corso dei prossimi mesi, a tutte le aziende del settore sarà inviato un questionario per definire meglio i prossimi passi e le attività di IDM.
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott.ssa Lorena Sala

Categorie
Capoarea
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 512
E-mail: