Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
04/12/2019

Target: “Migliorare l’assegnazione di appalti pubblici”

Il locale settore creativo mette in evidenza le capacità dei prestatori di servizi

Il presidente dei pubblicitari Target nell’Unione Arnold Malfertheiner (sin.) con il vicepresidente Mario Viganò.
È entrata in vigore lo scorso luglio la legge provinciale per la “Semplificazione nell’assegnazione di incarichi pubblici”. La categoria dei pubblicitari Target nell’Unione si è da sempre dovuta confrontare con le norme di legge relative alla concessione di incarichi pubblici e, nel corso dell’anno, si era battuta per una semplificazione del quadro giuridico.

Rimanendo in quest’ambito, il settore creativo dell’economia altoatesina ha organizzato di recente un evento per presentare i risultati di questo impegno e portare avanti ulteriori proposte di miglioramento ai criteri del procedimento di assegnazione. Thomas Mathà, direttore dell’Agenzia per i procedimenti e la vigilanza in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, ha informato i presenti circa le novità della nuova legge provinciale e come, in futuro, tali novità dovrebbero facilitare l’accesso agli incarichi pubblici.

Il presidente di Target Arnold Malfertheiner si è detto particolarmente soddisfatto: “La Provincia Autonoma di Bolzano ha decisamente semplificato e ottimizzato i criteri per la messa a bando e l’assegnazione di incarichi pubblici. Lo svolgimento del procedimento è stato alleggerito e i limiti massimi dei progetti sono stati sensibilmente innalzati. Ciò va anche a vantaggio di noi prestatori di servizi. Personalmente auspico che, in futuro, un numero sempre maggiore di prestatori di servizi possa tornare a partecipare ai bandi pubblici”.

Malfertheiner ha sottolineato come ci siano state anche voci negative, legate soprattutto al fatto che, nei bandi, la mano pubblica richieda spesso che prestazioni onerose quali, p.es. proposte concrete di design e layout, siano fornite gratuitamente. A questo proposito il direttore Mathà ha invitato i pubblicitari a sottoporre proposte concrete di miglioramento, affinché queste possano essere inserite nel nuovo regolamento. “Accettiamo subito questa offerta e ne approfitteremo di sicuro”, conclude il presidente.

I pubblicitari Target nell’Unione
In Alto Adige i prestatori di servizi in campo pubblicitario e comunicativo offrono varie competenze e specializzazioni nei più diversi ambiti professionali: dal marketing radiofonico a quello online, dai social media alla gestione di progetti, dal design al marketing e al texting. Strettamente collegati alla categoria sono anche i prestatori di servizi IT e internet, con i quali i pubblicitari collaborano intensamente e sfruttano diverse sinergie – in campi quali la programmazione web, i sistemi CRM e particolari soluzioni digitali.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

14/11/2019

Serata informativa sull’assegnazione di appalti pubblici

La categoria dei pubblicitari nell’Unione è spesso chiamata a confrontarsi con le norme di legge in materia di appalti pubblici, tanto che, nel corso dell’anno, insieme ad altre categorie, si è impegnata per una semplificazione del quadro giuridico ...
 
 

18/09/2019

Il settore IT invita al Digital Day

Caratterizzato da un’innovazione tecnologica globale, il mercato delle tecnologie dell’informazione è soggetto a cambiamenti più di qualsiasi altro settore economico. Il primo Digital Day del settore si occupa di tre start-up altoatesine orientate ...
 
 

11/06/2019

Idee, la valuta del futuro

Lo scorso anno diversi incontri di networking del settore pubblicitario, workshop strategici e una serie di interventi formativi specifici e di alto livello sono stati gli eventi al centro dell’attività del settore creativo dell’Alto Adige. In ...