Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
24/03/2021

Siamo cool! #distanzamascherinaigiene

Un’iniziativa della Giovane economia dell’Alto Adige

da sin.: Valentina Verdorfer (Giovani nell’Unione), Raffael Peer (SBJ), Angelika Springeth (SBJ), Hannes Gamper (HGJ), Alexander Dallio (apa) e Jasmin Mair (Assoimprenditori)
Le associazioni giovanili riunite nella Giovane economia dell’Alto Adige, cioè Giovani nell’Unione, Giovani artigiani nell’apa, Giovani albergatori (HGJ), Giovani agricoltori (SBJ) e Giovani imprenditori in Assoimprenditori, sono convinte che, nelle nostre aziende, sia possibile lavorare in maniera sicura. Per questo motivo hanno dato vita a un’iniziativa sui Social Media.

Per un’organizzazione giovanile è di grande importanza abbassare il numero dei contagi, perché da ciò dipende il momento in cui gli imprenditori riconquisteranno la stabilità delle loro aziende. Per questo motivo le associazioni giovanili danno il via all’iniziativa “Siamo cool! #distanzamascherinaigiene”, con la quale si punta a sensibilizzare verso l’importanza delle misure di sicurezza a freno della pandemia di Coronavirus. Durante l’iniziativa, gli iscritti di tutte le associazioni giovanili possono mandare una foto che sarà postata sui rispettivi canali Social Media. Gli iscritti sono invitati a mostrare nelle foto, in maniera creativa e divertente, quanto sia importante attenersi alle norme di sicurezza. Contribuiranno così alle misure di prevenzione dei contagi, per controllare l’andamento dell’infezione e rendere possibile la ripresa dell’attività economica. Le organizzazioni giovanili sono convinte che sia necessario evitare la chiusura delle aziende, preferendo invece adeguate misure di prevenzione. “Ora serve una strategia chiara e misure comprensibili per ridare alle aziende la sicurezza della programmazione e a tutte le giovani imprenditrici e a tutti i giovani imprenditori intenzionati a portare avanti il lavoro dei propri genitori, nuove prospettive per il futuro” sottolinea il presidente della Giovane Economia dell’Alto Adige Hannes Gamper. Oltre alle misure di sicurezza dovrebbe inoltre essere estesa la strategia dei testi mirati, del monitoraggio e dell’utilizzo di tamponi fai da te. Per tornare a una vita più normale e a una sicurezza sul lungo periodo serve anche la vaccinazione. C’è quindi bisogno di stabilire una strategia vaccinale per i settori economici e di avviare una vasta campagna di informazione e chiarificazione. Le collaboratrici e i collaboratori, così come le famiglie e le aziende maggiormente colpite dalla pandemia, richiedono ora di aiuti mirati. Con interventi congiunturali sul lungo termine saranno assicurati i posti di lavoro e la creazione di valore aggiunto per l’intera provincia.

Qui trovi il primo post.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

27/08/2020

Giovani nell’Unione: flessibili, creativi, innovativi

La via è la meta. Ogni giorno la vita ci mette di fronte a nuove sfide. Da un momento all’altro possono cambiare tante cose. Anche le procedure e gli iter più ovvi non si svolgono più secondo il ritmo abituale. Quest’anno la pandemia da Coronavirus ...
 
 

28/07/2020

La Giovane economia Alto Adige invita al Cocktail estivo

Con il motto “Le crisi richiedono flessibilità e creatività” la Giovane Economia Alto Adige, sodalizio che riunisce i Giovani nell‘Unione, dell‘Unione Albergatori e Pubblici Esercenti - HGV, dell‘Associazione dell‘artigianato APA, ...
 
 

17/04/2020

Crisi Coronavirus, rilanciare i consumi

“Rilanciare i consumi per mezzo di un abbassamento delle imposte”: per i Giovani nell’Unione, durante la crisi del Coronavirus, è necessario riavviare il circolo virtuoso dei consumi per tornare a risvegliare i circuiti economici – e bisogna farlo ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

dott.ssa Elisabeth Nardin

Giovani nell'Unione, progetti per i giovani
Collaboratrice
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 510
E-mail: