Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
07/05/2020

Settimana prossima riparte il primo mercato settimanale

Appello degli ambulanti nell’Unione ai restanti Comuni: “Lavorare è possibile!”

A partire dalla prossima settimana ripartiranno i tre mercati del Comune di Appiano, e precisamente a Cornaiano, S. Paolo e S. Michele. I commercianti ambulanti nell’Unione accolgono con soddisfazione questo passo importante e si appellano ai restanti Comuni dell’Alto Adige invitandoli a seguire la stessa strada. Anche a Bolzano i mercati settimanali ripartiranno a breve.

“Il Comune dell’Oltradige ci mostra che è di nuovo possibile lavorare al mercato, naturalmente nel rispetto di tutte le necessarie misure di prevenzione”, afferma soddisfatto il presidente dei commercianti ambulanti nell’Unione Andreas Jobstreibizer.

S. Michele, con le sue 40 bancarelle, aprirà inizialmente con una fase di prova basata su un sistema di rotazione, secondo il quale metà degli stand lavorerà un martedì e i restanti il martedì successivo. A fine maggio, quindi, si deciderà se ripristinare o meno la piena funzionalità del mercato. I mercati del giovedì a Cornaiano e del lunedì a S. Paolo saranno invece tenuti come sempre, ma con meno banchi.

Jobstreibizer spera ora che anche gli altri Comuni seguano questo esempio. “Dopo molte settimane di fermo, con tutte le conseguenze negative per gli oltre 500 commercianti ambulanti dell’Alto Adige, è giunto il momento di ripartire. Più della metà delle famiglie altoatesine acquista regolarmente al mercato. In tal modo il commercio su aree pubbliche integra il commercio stazionario, attira nuovi clienti nei centri urbani e va a completare i circuiti economici locali”, sottolinea in conclusione il presidente dei commercianti ambulanti nell’Unione.
 
Andreas Jobstreibizer
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

02/03/2021

Agenti e rappresentanti di commercio nell’Unione: “Ora serve un sostegno rapido e non burocratico da parte della Provincia!“

In breve tempo dovrebbe essere possibile presentare le richieste di sostegno per le aziende altoatesine che, negli ultimi 12 mesi, abbiano subito gravi perdite finanziarie. Questo, almeno, è quanto ha annunciato la Giunta provinciale. “I diversi ...
 
 

01/03/2021

L’Unione a favore di test settimanali obbligatori in Alto Adige - per TUTTI i settori economici

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige spinge per l’introduzione di test settimanali obbligatori per TUTTI i settori economici. “Per responsabilità nei confronti della società e come concessione all’economia, così che quest’ultima possa ...
 
 

26/02/2021

Anche i grossisti altoatesini nel settore dei beni per gli allestimenti e gli investimenti lamentano gravi perdite

I commercianti all’ingrosso dell’Alto Adige nel settore non alimentare lottano ormai da mesi con gravi perdite. “A causa dei ripetuti lockdown nel settore turistico, queste aziende stanno subendo seri cali di fatturato”, afferma Werner ...
 
 

19/02/2021

Sempre più apprezzati gli acquisti locali e sostenibili

In un recente studio, il noto Istituto per la ricerca commerciale IFH di Colonia ha messo sotto la lente d’ingrandimento le abitudini di consumo durante la pandemia, confrontandosi soprattutto con gli aspetti della regionalità e della sostenibilità ...