Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
02/07/2018

Serate di shopping in 32 città e paesi dell’Alto Adige

“I centri urbani attrattivi sono alla base della varietà dell’offerta e dell’elevata qualità della vita”

Circa 200 serate di shopping dotate di altrettanti ricchi programmi di contorno animeranno quest’anno le sere estive di 32 città e paesi dell’Alto Adige. “Quello realizzato dai nostri vivaci centri urbani è un programma interessante e attrattivo”, sottolinea il presidente dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige Philipp Moser. Il vero motore delle iniziative legate alle serate dello shopping sono soprattutto le molte piccole aziende a conduzione familiare.

“Abbiamo ancora centri urbani vivi e vitali, con un commercio di vicinato perlopiù intatto. In altri luoghi, anche nelle nostre immediate vicinanze, la situazione è diametralmente opposta, come accade per esempio nel Tirolo orientale, dove 12 Comuni su 33 sono già privi di esercizi del commercio di vicinato”, spiega Moser.

“Centri urbani vivi e vitali incentivano i circuiti economici locali. Allo stesso tempo, paesi e città ben funzionanti sono la base per un’imprenditoria di successo e un’elevata qualità della vita. Ecco perché l’Unione sostiene lo sviluppo dei centri urbani e i processi di marketing con ogni sforzo possibile e con la massima priorità”, afferma Moser.

 
“In questo senso dovremmo continuare a sforzarci per mantenere e sviluppare ulteriormente nei centri urbani non solo il commercio al dettaglio, ma anche tutte le attività più importanti a livello locale, come i servizi, la gastronomia e l’artigianato locale”, insiste il presidente dell’Unione. A questo proposito dovrebbe anche essere possibile convincere le Associazioni turistiche a condividere le priorità del commercio al dettaglio e dei servizi nei centri urbani e nei quartieri e a rafforzare quindi la collaborazione.

Da Anterselva di mezzo fino a Selva Gardena, numerose località in tutta la provincia terranno aperti i propri negozi nelle ore serali – perlopiù tra le 20.00 e le 23.00. Ora, Corvara, Lana, Scena e Ortisei hanno dato il via alle serate dello shopping già all’inizio di giugno; la maggioranza delle restanti località partiranno invece all’inizio di luglio per arrivare poi a fine agosto, ma ci sono anche località che andranno avanti addirittura fino a metà settembre. A fianco dell’offerta commerciale prolungata e della possibilità di godere di una passeggiata serale in centro, alcune località offriranno anche intrattenimento, musica e specialità culinarie.

Le seguenti località organizzano le serate di shopping: Lasa, Laces, Malles, Silandro, Tirolo, Lana, Naturno, Scena, S. Leonardo in Passiria, Ora, Bolzano, Appiano, Caldaro, Castelrotto, Laives/S. Giacomo/Pineta, Sarentino, Siusi, S. Cristina, Ortisei, Termeno, Fiè allo Sciliar, Nova Levante, Selva Gardena, Chiusa, Laion, Anterselva di mezzo, Brunico, Corvara, San Candido, Villabassa, Campo Tures, S. Vigilio di Marebbe e Dobbiaco.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

21/03/2019

Aperture domenicali e festive: colloquio al vertice a Bolzano

Di recente l’Unione ha espresso riserve sulla nuova proposta formulata dalle associazioni nazionali della grande distribuzione e del commercio – tra cui anche l’associazione di riferimento nazionale Confcommercio – relativamente al tema delle ...
 
 

19/03/2019

Per centri urbani vivi e attrattivi

“Suscitare l’entusiasmo dei nostri giovani per le professioni del commercio e dei servizi: questo è uno dei compiti fondamentali della nostra associazione”, ha affermato il presidente mandamentale dell’Unione di Merano/Burgraviato Johann ...
 
 

15/03/2019

Evento informativo sull’etichettatura nella moda

L’Unione organizza un evento informativo dedicato all’etichettatura nel campo della moda. Quali sono gli obblighi di etichettatura? Come si applicano concretamente? Come funziona il Made in Italy? Quali sanzioni sono previste? Perché serve una ...
 
 

15/03/2019

Incentivare la collaborazione nel mandamento

“Le nostre molte aziende, piccole e a conduzione familiare, assicurano la vitalità dei centri urbani e offrono posti per la formazione dei nostri giovani”, ha affermato il presidente mandamentale dell’Unione in Val Venosta Dietmar Spechtenhauser in ...