Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
19/02/2021

Sempre più apprezzati gli acquisti locali e sostenibili

L’Unione: “Vicinanza al cliente e servizio personale rimangono al centro”

In un recente studio, il noto Istituto per la ricerca commerciale IFH di Colonia ha messo sotto la lente d’ingrandimento le abitudini di consumo durante la pandemia, confrontandosi soprattutto con gli aspetti della regionalità e della sostenibilità. Il risultato: negli scorsi mesi si è dato sempre più valore agli acquisti presso commercianti locali e alla regionalità, sia online che offline.

Ciò dimostra che, in questi tempi difficili, gli acquisti regionali e sostenibili sono cresciuti di importanza, come sottolinea l’Unione commercio turismo servizi Alto Adige. Mentre già nel 2020 un terzo dei consumatori interpellati poneva particolare attenzione al sostegno dei commercianti locali e ai prodotti sostenibili, con il tempo la percentuale è destinata a salire ulteriormente. Per l’Unione si tratta di un segnale importante del fatto che la tendenza rimarrà la stessa: attualmente circa la metà degli intervistati afferma che, in futuro, acquisterà più locale e con più attenzione alla sostenibilità.

“I punti di forza delle aziende commerciali di casa nostra, molte delle quali piccole e a conduzione familiare, sono sempre stati la vicinanza ai clienti e il servizio personale. Questi valori sono tanto più importanti ora, in un periodo che ci mette di fronte a sfide più difficili che mai – e la popolazione comincia ad attribuire loro il giusto valore”, afferma il presidente dell’Unione Philipp Moser.

“Ora bisogna fare tutto il possibile affinché le nostre aziende locali, attualmente chiuse, ricevano velocemente gli aiuti promessi. Perché solo i contributi possono evitare fallimenti e salvare tanti posti di lavoro. Ogni giorno chiuso senza sicurezza economica comporta anche immancabilmente la scomparsa di posti di lavoro”, conclude Moser.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

02/03/2021

Agenti e rappresentanti di commercio nell’Unione: “Ora serve un sostegno rapido e non burocratico da parte della Provincia!“

In breve tempo dovrebbe essere possibile presentare le richieste di sostegno per le aziende altoatesine che, negli ultimi 12 mesi, abbiano subito gravi perdite finanziarie. Questo, almeno, è quanto ha annunciato la Giunta provinciale. “I diversi ...
 
 

01/03/2021

L’Unione a favore di test settimanali obbligatori in Alto Adige - per TUTTI i settori economici

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige spinge per l’introduzione di test settimanali obbligatori per TUTTI i settori economici. “Per responsabilità nei confronti della società e come concessione all’economia, così che quest’ultima possa ...
 
 

27/02/2021

Covid-19, restrizioni prorogate fino al 14 marzo

Il presidente della giunta provinciale Arno Kompatscher ha firmato venerdì 26 febbraio 2021 l’ordinanza d`urgenza n. 10 (vedi tra i download): tutte le attuali regole restano in vigore fino al 14 marzo. Per quanto riguarda gli ...
 
 

26/02/2021

Anche i grossisti altoatesini nel settore dei beni per gli allestimenti e gli investimenti lamentano gravi perdite

I commercianti all’ingrosso dell’Alto Adige nel settore non alimentare lottano ormai da mesi con gravi perdite. “A causa dei ripetuti lockdown nel settore turistico, queste aziende stanno subendo seri cali di fatturato”, afferma Werner ...