Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
05/07/2019

Semplificati gli appalti pubblici: Alzata la soglia per gli affidamenti diretti

L’Unione: “Nuove possibilità per le aziende locali”

Il presidente dell’Unione Philipp Moser.
L’Unione esprime soddisfazione per la nuova Legge riguardante le semplificazioni negli appalti pubblici approvata dal Consiglio provinciale. “Un passo importante che offre nuove possibilità alle nostre aziende locali”, commenta in una prima presa di posizione il presidente dell’Unione Philipp Moser. Soprattutto l’innalzamento della soglia per gli affidamenti diretti sono una conquista, per la quale si era impegnata anche l’Unione.

Infatti, la nuova Legge sugli appalti prevede, che per forniture e servizi nonché lavori di importo fino a 150.000 euro si potrà procedere mediante affidamento diretto, previa consultazione di tre operatori economici, ove esistenti. Fino ad oggi la soglia era fissata a 40.000 euro.

“Il principio alla base della nuova Legge provinciale sugli appalti – continua il presidente Moser – è quello di sostenere i circuiti economici locali, una priorità dell’Unione e tale attenzione verso il tessuto economico locale viene ora condivisa e tutelata da una legge”.

La nuova Legge provinciale sfrutta lo spazio di manovra per ottenere la massima semplificazione e il taglio di burocrazia più ampio possibile e crea quindi in modo uniforme e chiaro le premesse affinché, entro i limiti concessi, anche le piccole aziende locali possano partecipare alle gare pubbliche senza eccessivi oneri. Ciò rafforza la regionalità e fa sì che il valore aggiunto rimanga in provincia, conclude l’Unione.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

26/05/2020

Gastronomia e ore serali: le regole di comportamento sotto esame

Le attuali regole di comportamento – in primo luogo l’obbligo di mascherina e la distanza interpersonale – sono attualmente sotto esame anche da parte di una serie di centri urbani dell’Alto Adige. Come è naturale, vista anche la stagione, ad ...
 
 

22/05/2020

I mestieri nel settore IT: più visibilità per giovani e studenti

“Caratterizzato dall’innovazione tecnologica mondiale, non esiste un mercato soggetto a cambiamenti tanto rapidi come quello delle tecnologie informatiche – e ciò riguarda anche i percorsi formativi”, afferma il presidente dei prestatori di servizi ...
 
 

19/05/2020

Mercato del sabato a Bolzano L’Unione: “Dovrebbe potersi tenere l’intero mercato!”

Lo scorso sabato è ripartito anche il mercato settimanale di Bolzano. “Un segnale importante per la categoria dei commercianti ambulanti, che possono così tornare a lavorare e a essere presenti per i molti clienti – naturalmente con tutte le ...
 
 

18/05/2020

Inizia la fase 2 in Italia. E l'Alto Adige?

Con il decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 17 maggio 2020 l’Italia ha avviato la Fase 2 anche per quanto riguarda commercio e gastronomia. A questo proposito l’Unione ricorda che, come in precedenza, a risultare valida è la legge ...