Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
12/04/2018

Rinnovo delle concessioni al centro dell’attenzione

Assemblea generale degli ambulanti nell’Unione

Andreas Jobstreibizer (a sin.), il presidente dei commercianti ambulanti nell’Unione, e il vicepresidente Davide Vallese
Klaus Baur, Elisabeth Biendl, Oscar Chiericato, Roberta Dall‘Ara, Roman Janes, Andreas Jobstreibizer, Anita Sozzi, Günther Tarneller e Davide Vallese sono i membri del nuovo Direttivo dei commercianti ambulanti nell’Unione eletto recentemente in occasione dell’Assemblea generale della categoria tenutasi presso la sede dell’Unione a Bolzano. Il presidente, anche per i prossimi cinque anni, rimane Andreas Jobstreibizer, il vicepresidente è Davide Vallese.

Nella sua relazione il presidente Jobstreibizer ha sottolineato che, in seno alla categoria, l’incertezza relativa al rinnovo delle concessioni genera preoccupazione e tensione. “Gli investimenti vengono fatti solo dopo molti dubbi, la tendenza è quella di aspettare e sperare che la situazione migliori. Ovviamente queste non sono certo le premesse migliori per la categoria, perché la stagnazione che ne deriva danneggia l’intero settore”, afferma il presidente.

Era previsto che il rinnovo delle attuali concessioni avvenisse nel corso del 2018. Attualmente il termine è stato nuovamente spostato al 31 dicembre 2020. “La proroga del termine è un aspetto organizzativo. Il vero problema è che gli attuali criteri per il rinnovo delle concessioni sono stati di fatto cancellati dalla legge nazionale di bilancio”, spiega Jobstreibizer.

Il principale relatore dell’Assemblea generale è stato Armando Zelli, segretario generale dell’Associazione nazionale del commercio su aree pubbliche Fiva/Confcommercio. Zelli ha informato circa le iniziative dell’Associazione per il 2018. La Fiva è attualmente impegnata nella stesura di una proposta di legge che dovrebbe rinnovare la regolamentazione del commercio su aree pubbliche. Pochi importanti aspetti dovrebbero rimanere ancorati a livello nazionale; la maggioranza delle regole e delle norme di attuazione dovrebbe invece essere trasferita alle Regioni.

Commercianti ambulanti nell’Unione
 
Il Direttivo dei commercianti ambulanti nell’Unione
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

16/07/2019

La Cassa Raiffeisen Bassa Atesina sponsorizza le iniziative dell’Unione

A Laives, molte aziende piccole e familiari nel commercio a dettaglio offrono una vasta offerta, sostengono la vitalità del centro urbano e ricoprono un importante ruolo sociale. Garantiscono anche il commercio di vicinato e contribuiscono in tal ...
 
 

12/07/2019

Bolzano, incontro tra Unione e assessore all’economia Stephan Konder

Si è tenuto oggi (venerdì, 12 luglio) un cordiale incontro tra una delegazione dell’Unione di Bolzano composta dai due fiduciari comunali Thomas Rizzolli e Simone Buratti, nonché dalla caposede dell’Unione per la città di Bolzano Marcella Macaluso, ...
 
 

05/07/2019

Federazione Italiana Panificatori: Pellegrini riconfermato nel Comitato esecutivo

Il vicepresidente dell’Unione Sandro Pellegrini è stato recentemente riconfermato nel Comitato esecutivo della Federazione Italiana Panificatori, Pasticceri ed affini (Fippa). Pellegrini, che è anche vicepresidente dei panificatori nell’Unione, farà ...
 
 

05/07/2019

Semplificati gli appalti pubblici: Alzata la soglia per gli affidamenti diretti

L’Unione esprime soddisfazione per la nuova Legge riguardante le semplificazioni negli appalti pubblici approvata dal Consiglio provinciale. “Un passo importante che offre nuove possibilità alle nostre aziende locali”, commenta in una prima presa di ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Christine Walzl

Categorie
Segretaria di categoria
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 514
E-mail:
Bozen