Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
09/05/2019

Primo convegno transfrontaliero dei prestatori di servizi per eventi

Gli eventi generano valore e incentivano i circuiti economici regionali

I partecipanti al dibattito: da sin. il vicepresidente dei prestatori di servizi per eventi nell’Unione Oskar Stricker, Armin Margreiter, Erwin Hinteregger, la presidente Katrin Trafoier, Marilena Defrancesco, Werner Frießer e Roberto Failoni.
(Ri)conoscere il valore degli eventi e sfruttarli come utile strumento per l’incentivazione dei circuiti economici regionali: questo il motto all’insegna del quale i prestatori di servizi per eventi nell’Unione hanno organizzato la loro prima manifestazione transfrontaliera. “Con un dibattito Eurego dal titolo ‘Business Factor Event’ abbiamo voluto rafforzare la consapevolezza dell’importanza degli eventi come strumento di creazione di valore aggiunto nonché incentivare il pensiero in rete”, spiegano la presidente dei prestatori di servizi per eventi nell’Unione Katrin Trafoier e il vicepresidente Oskar Stricker. In occasione dell’evento, tenutosi di recente presso la sede centrale dell’Unione a Bolzano, sono state presentate esperienze ed esempi di best practice dalle vicine regioni del Trentino e Tirolo.

Al dibattito, esperti provenienti dalla scena degli eventi di Alto Adige, Trentino e Tirolo, ma anche esponenti della scena politica, hanno parlato delle rispettive esperienze, strategie e piani: il nuovo CEO di IDM Alto Adige Erwin Hinteregger, la responsabile del Festival dell’Economia di Trento Marilena Defrancesco, il nuovo assessore provinciale trentino per il commercio e il turismo Roberto Failoni, l’organizzatore dell’International Golden Roof Challenge di Innsbruck Armin Margreiter nonché il sindaco di Seefeld e capo del comitato organizzatore della locale gara di coppa del mondo Werner Frießer. Ha invece dovuto rinunciare a intervenire l’assessore provinciale al commercio e servizi Philipp Achammer, recatosi con urgenza a Roma per un’audizione alla Camera dei deputati sul tema delle aperture domenicali e festive nel commercio.

L’evento è stato aperto da Georg Lun dell’Istituto di ricerca economica IRE della Camera di commercio di Bolzano, che ha elencato una serie di importanti eventi in Alto Adige visitati da oltre 10.000 persone e i relativi effetti mediatici. Tra gli eventi di spicco sono sempre presenti i Mercatini di Natale dell’Alto Adige.

Al termine del dibattito i partecipanti sono stati concordi nel ritenere che i fattori decisivi per il successo di un evento siano la creazione di una posizione di unicità, la creazione di un marchio, la regolarità, l’identificazione di una regione/località e il circondario, ma anche la sua raggiungibilità e il carattere innovativo. È stato anche ribadito che i molti piccoli eventi presenti in Alto Adige hanno la stessa importanza di quelli grandi. Il contatto personale è il principale vantaggio degli eventi nell’ambito del marketing mix.

La presidente Trafoier e il vicepresidente Stricker si sono detti molto soddisfatti della riuscita della manifestazione. “L’interesse è grande e dimostra che il settore degli eventi è estremamente vitale. Con questa manifestazione transfrontaliera vogliamo curare e ampliare ulteriormente il nostro network professionale, diffondere know-how e incentivare sviluppi e nuove prospettive per il futuro”.

La categoria dei prestatori di servizi per eventi nell’Unione è stata fondata nel 2012 grazie alla collaborazione di aziende altoatesine di settori quali la gestione degli eventi, la security, la tecnica per gli eventi, la comunicazione degli eventi nonché il catering. Nel frattempo si sono aggiunti anche gli organizzatori di eventi, così da aumentare la forza di raggiungere obiettivi comuni.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

08/04/2020

La crisi del Coronavirus dovrebbe rafforzare la percezione del NOI

La criticità della situazione causata dal Coronavirus ha colpito in pieno anche i prestatori di servizi dell’Alto Adige. “Ora bisogna sfruttare questa fase per prepararsi al meglio per il tempo che verrà, anche rafforzando la percezione del NOI”, ...
 
 

06/04/2020

Aprire tutti i negozi con le necessarie misure di sicurezza!

L’Unione rinnova il suo appello agli enti e autorità competenti per tornare a riapre tutti i negozi non alimentari dopo Pasqua.

“Ora abbiamo regole di sicurezza e prevenzione igienica chiare e univoche per venditori, ...
 
 

03/04/2020

L’Unione chiede sostegno alle aziende stazionarie da parte dell’e-commerce

Dal 12 marzo scorso, in Alto Adige, sono ben oltre 7.000 le aziende stazionarie nel commercio e nella gastronomia ad aver chiuso al pubblico. Affinché esse abbiano anche in futuro la possibilità di mantenere città e paesi vivi, ...
 
 

01/04/2020

L’Unione: dopo Pasqua riaprire le aziende commerciali in forma ridotta e nel rispetto di precise condizioni

Il 12 marzo scorso, in Alto Adige, circa 3.700 aziende del commercio al dettaglio hanno chiuso da un giorno all’altro. “Non si discute: in questo momento tutti i provvedimenti sanitari e di prevenzione per vincere la battaglia contro il Coronavirus ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott.ssa Lorena Sala

Categorie
Capoarea
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 512
E-mail: