Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
28/12/2020

Posticipato l’inizio dei saldi invernali in Alto Adige

Partenza fissata per sabato, 16 gennaio 2021 - L’Unione: “L’inizio posticipato è un vantaggio per tutti”

Su proposta dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige, l’inizio dei saldi di fine stagione invernale 2021 è stato spostato di una settimana in avanti. Le svendite stagionali partiranno pertanto non più la prima settimana di gennaio, ma sabato, 16 gennaio, e si concluderanno sabato, 13 febbraio 2021.

“Per come era fatto, il precedente inizio dei saldi rappresentava una data svantaggiosa e troppo precoce. In questo periodo particolare, ha molto più senso partire più tardi con la caccia alle occasioni”, afferma il presidente dell’Unione Philipp Moser. “Dopo tante settimane di chiusura forzata, le svendite sono un momento di importanza straordinaria, soprattutto per le molte aziende commerciali nel settore della moda”, aggiunge il presidente dell’Unione”.

Per l’Unione i saldi restano, come già in passato, di grande importanza, e l’associazione è inoltre convinta dei vantaggi di date fisse di inizio e fine. “Le svendite di fine stagione si confermano un importante strumento di vendita: da un lato le aziende commerciali hanno un efficace strumento per liberare i magazzini; dall’altro i clienti ricevono un messaggio chiaro, cioè che, in questo periodo, le rimanenze vengono vendute a prezzi vantaggiosi”, afferma il presidente dell’Unione Philipp Moser.

“Le date fisse creano un altro vantaggio per i clienti, che godono di maggiore trasparenza e chiarezza. Non da ultimo, in questo periodo si crea una posizione di equilibrio tra piccole e grandi aziende commerciali, indipendentemente dall’investimento in pubblicità”, sottolinea il presidente dell’Unione.

Nei 15 Comuni e località turistiche di Tires, Castelrotto, Ortisei, Santa Cristina, Selva Gardena, Renon, Marebbe, San Martino in Badia, La Valle, Badia, Corvara, Stelvio, Maso Corto, Resia e San Valentino alla Muta, invece, i saldi estivi prenderanno il via più tardi, come di consueto, ovvero sabato 13 febbraio per poi terminare sabato 13 marzo.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

02/03/2021

Agenti e rappresentanti di commercio nell’Unione: “Ora serve un sostegno rapido e non burocratico da parte della Provincia!“

In breve tempo dovrebbe essere possibile presentare le richieste di sostegno per le aziende altoatesine che, negli ultimi 12 mesi, abbiano subito gravi perdite finanziarie. Questo, almeno, è quanto ha annunciato la Giunta provinciale. “I diversi ...
 
 

01/03/2021

L’Unione a favore di test settimanali obbligatori in Alto Adige - per TUTTI i settori economici

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige spinge per l’introduzione di test settimanali obbligatori per TUTTI i settori economici. “Per responsabilità nei confronti della società e come concessione all’economia, così che quest’ultima possa ...
 
 

27/02/2021

Covid-19, restrizioni prorogate fino al 14 marzo

Il presidente della giunta provinciale Arno Kompatscher ha firmato venerdì 26 febbraio 2021 l’ordinanza d`urgenza n. 10 (vedi tra i download): tutte le attuali regole restano in vigore fino al 14 marzo. Per quanto riguarda gli ...
 
 

26/02/2021

Anche i grossisti altoatesini nel settore dei beni per gli allestimenti e gli investimenti lamentano gravi perdite

I commercianti all’ingrosso dell’Alto Adige nel settore non alimentare lottano ormai da mesi con gravi perdite. “A causa dei ripetuti lockdown nel settore turistico, queste aziende stanno subendo seri cali di fatturato”, afferma Werner ...