Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
16/04/2021

Per la prima volta i test salivari in Alto Adige

L’Unione offre ai collaboratori degli innovativi autotest direttamente al lavoro - Il presidente Philipp Moser: “In caso di successo, interessanti per tutto l’Alto Adige!”

Il direttore dell’Unione Bernhard Hilpold con il kit per il test salivare.
L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige sostiene attivamente gli sforzi per la prosecuzione della strategia di test in Alto Adige. “Fin da subito offriamo gratuitamente a tutti i nostri collaboratori la possibilità di eseguire un innovativo autotest settimanale per il Coronavirus direttamente sul posto di lavoro. Si tratta del primo impiego del test salivare in Alto Adige”, spiegano il presidente dell’Unione Philipp Moser e il direttore Bernhard Hilpold sottolineando il ruolo pionieristico dell’Unione. Il test avviene su base volontaria.

“Il test salivare rappresenta un progetto pilota che, in caso di successo, potrebbe essere interessante per tutto l’Alto Adige”, aggiungono i vertici dell’Unione. A sviluppare il test è stata la ditta Lead Horizon di Vienna. Grazie a esso, in Austria, aziende, associazioni sportive, organizzazioni culturali e anche privati, possono essere testati in brevissimo tempo e senza alcun dolore. I vantaggi sono evidenti: l’autotest può essere eseguito autonomamente e direttamente sul posto di lavoro.

Studi scientifici hanno evidenziato la stessa sensibilità, specificità e predittività nell’utilizzo di test salivari rispetto al tampone nasale con PCR. I test salivari sono semplici, comodi, affidabili e sicuri.

Funziona così: “All’Unione i collaboratori si testano autonomamente ogni martedì e mercoledì, i campioni vengono raccolti, valutati presso i competenti laboratori del partner Lifebrain a Trento e Padova, infine il risultato viene inviato via e-mail al collaboratore entro le 24 ore successive. Una app dedicata accompagna durante i cinque-dieci minuti necessari al test e assicura l’identificazione certa della persona testata”, spiega il direttore dell’Unione Hilpold (in allegato si trova un breve manuale d’uso del test).

Trovate un breve video sulla procedura del test qui

“Con questa iniziativa speriamo di poter contribuire un po’ al contenimento della pandemia, e potere così, lentamente ma con sicurezza, tornare alla normalità. E questa campagna di test può certamente essere un esempio per molti altri”, conclude il presidente dell’Unione Philipp Moser.

L’Unione e Unione Cooperativa Servizi occupano attualmente 160 collaboratrici e collaboratori presso la sede centrale di Bolzano e negli uffici mandamentali di Merano, Silandro, Bressanone, Vipiteno e Brunico.

 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

27/10/2021

Aumento IRAP: “Innalzare le tasse è un segnale sbagliato!”

A partire dal 2022 l’aliquota dell’imposta regionale sulle attività produttive IRAP per le aziende crescerà dal 2,68 al 3,9 percento. Lo ha deliberato ieri (martedì, 26 ottobre 2021) la Giunta provinciale altoatesina. La Provincia andrà così a ...
 
 

22/10/2021

Incontro agenti e rappresentanti di commercio Alto Adige e Trentino

Si è recentemente tenuto un incontro dei vertici degli agenti e rappresentanti di commercio Fnaarc del Trentino Alto Adige, per avviare un percorso comune su alcuni temi di interesse per gli agenti e rappresentanti delle due Province Autonome. Per ...
 
 

15/10/2021

Ritorna il Mercato di Stegona!

“Già da settimane siamo in continuo contatto con i rappresentanti del Comune di Brunico, con l’assessore comunale all’economia Daniel Schönhuber e con i responsabili del marketing urbano, per discutere e definire l’organizzazione ...
 
 

08/10/2021

I produttori di film dell’Alto Adige si presenteranno in maniera unitaria:

L’obiettivo futuro dei produttori cinematografici dell’Alto Adige è presentarsi in maniera unitaria e rappresentare in questo modo al meglio i propri interessi. Di recente, in seno all’Unione, è stata costituita la relativa categoria ...
 
 

Download