Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
28/08/2018

Per il miglior effetto promozionale possibile

Più successo con un marketing ben calibrato sui canali on e offline

Sempre più spesso un marketing di successo impone di utilizzare diversi canali di comunicazione in maniera coerente, con l’obiettivo di accompagnare i futuri clienti in un “viaggio” che li porti al prodotto o al servizio. In occasione di un corso di mezza giornata, l’esperta di marketing Anna Raffaelli spiegherà ai partecipanti quanto possa essere efficace un cross media marketing ben progettato.

Signora Raffaelli, cosa si intende con cross media marketing?
La comunicazione al giorno d’oggi passa attraverso molti canali diversi, online e offline. Parlare di cross media marketing significa pianificare attività che coinvolgano più canali allo stesso tempo, in modo interconnesso, gestire la propria presenza su diversi media innescando meccanismi d’ingaggio personalizzati per utente, seguendolo nel suo percorso – operazione oggi permessa da diversi software. Si possono combinare diversi strumenti, l’importante è identificare il messaggio e il target: fatto questo, posso creare volantini che invitino a usare un QRcode che rimandi al mio sito, utilizzare stampa interattiva o realtà aumentata, fidelizzare tramite app per invitare poi a visitare il negozio fisico, ...

Non sarebbe meglio concentrare il proprio budget pubblicitario su un numero selezionato di canali, invece di distribuire le risorse indistintamente?
Attenzione: multicanalità non vuol dire onnipresenza. Non dobbiamo confonderlo con l’essere obbligati a presidiare tutti i canali possibili, altrimenti rischiamo di passare le giornate a fare quello! “Più canali” non vuol dire “tutti i canali indistintamente”, vuol dire essere presenti su quelli rilevanti per noi, coerenti con la nostra tipologia di attività, utili per raggiungere la nostra clientela. Ad oggi gli aggettivi accostati a “marketing” sono superflui: marketing digitale, marketing multicanale ... È il mondo in cui viviamo ad essere digitale, multicanale. Noi per primi come consumatori passiamo senza nemmeno farci caso da un media all’altro nel cercare informazioni su uno stesso prodotto o servizio. Non è il marketing ad essere multicanale: è il mondo ad esserlo, sono i clienti. E se voglio trovare i clienti, devo andare dove sono loro, parlare la loro lingua. Social media, sito web, mailing, inserzioni su giornali ...

Come si fa trovare la combinazione perfetta di questi diversi canali pubblicitari?
In effetti a guardarli tutti insieme, i vari canali disponibili sono davvero tanti. E ciascuno ha altre suddivisioni: va bene parlare di social media, ma quali? Facebook, Instagram, Pinterest, Linkedin, Snapchat, Whatsapp Business, ...? Giornali: quali? Quotidiani o periodici, locali o nazionali, eneralisti o tematici? Bisogna stare attenti a non farsi prendere la mano dalle mode: scegliere i canali di comunicazione è come pianificare un viaggio. Non posso avere lo stesso bagaglio se vado a scalare sulle Dolomiti o se vado a fare un safari in Africa: sceglierò in base al luogo, al clima, alla durata del viaggio, alle attività previste, ai compagni di viaggio, alla mia preparazione, al carico che sono in grado di reggere ... La formula perfetta non esiste, ma il grosso vantaggio è che oggi con tutti i canali digitali è semplice e immediato misurare, monitorare, controllare, e di conseguenza adeguare e perfezionare il tiro, trovando la combinazione più efficace per sé.

I media tradizionali come i giornali, le radio o le tv sono arrivati a fine corsa? O meglio: che senso ha al giorno d’oggi un’inserzione in un giornale?
Ha senso integrata con altri media. I media tradizionali non sono a fine corsa, anzi: vanno però concepiti e pensati con una connessione intrinseca con l’anima online. Oggi le frontiere del marketing, dalla tradizionale distinzione tra B2B e B2C (Business to Business, o Business to Consumer, a seconda se si vende a un’altra azienda o il consumatore finale) si sono spostate a quello che viene definito H2H: Human to Human. È proprio questo “fattore umano” quello che determina la sopravvivenza e il senso dei canali offline: l’esperienza cartacea è bella, piace, ma va concepita come arricchibile, completabile e complementare a quella online.

Intervista di Andreas Obexer


Cross media marketing. Il corso a cura di Anna Raffaelli si terrà il 13 dicembre dalle 8.30 alle 12.30. Per il 26 settembre dalle 14 alle 18 è previsto un corso in lingua tedesca in merito allo stesso tema. Il relatore è Arnold Malfertheiner.
Entrambi i corsi si terranno presso la sede centrale dell’Unione a Bolzano. Iscrivetevi online!

Altri corsi dedicati a web e marketing
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

21/05/2019

Corso per addetti antincendio

Ogni azienda è tenuta a nominare un incaricato antincendio. La funzione può essere ricoperta sia dal datore di lavoro che da un collaboratore, previa frequenza di un apposito corso di formazione. Un corso di aggiornamento per addetti antincendio per ...
 
 

23/04/2019

Corso per addetti al Primo soccorso

L’Unione organizza il 23 maggio a Bressanone un corso per addetti al Primo soccorso. Il seminario in lingua tedesca e si rivolge alle aziende con classe di rischio B e C (settore servizi e amministrazione). I contenuti del corso sono: riconoscere le ...
 
 

16/04/2019

Accademia della retorica e formazione professionale

Competenza e conoscenza sono requisiti fondamentali per il successo aziendale. Ma per agire in maniera efficace serve ben altro, ovvero una sicurezza personale che non si basi solo sulla conoscenza dei fatti, ma anche su una presenza carismatica e ...
 
 

16/04/2019

Corso di approfondimento su igiene e HACCP

Tutte le aziende che trattano alimentari hanno bisogno di un registro HACCP con le relative registrazioni di controllo per poter dimostrare in maniera efficace la scrupolosa applicazione del piano HACCP. L’Unione organizza di continuo corsi sul ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Verena Kasal

Formazione
Collaboratrice
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 323
E-mail:
 
 
 
 
 

Dott.ssa Jasmin Sandri

Formazione
Collaboratrice
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 325
E-mail: