Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
24/11/2020

Panificatori, iniziativa contro la violenza sulle donne

Contro la violenza alle donne: il 25 novembre, in oltre 200 punti di vendita, acquisti alimentari consegnati in sacchetti della spesa dedicati.

Presidente Ulrike Oberhammer e vicepresidente Donatella Califano della Commissione pari opportunità assieme ai partner della campagna: Philipp Moser, Johann Trenker, e Robert Hillebrand.
La Commissione provinciale per le pari opportunità intende sensibilizzare in modo particolare in merito alla violenza sulle donne, specie quella che si perpetra in ambito domestico. "L’Alto Adige, analogamente al resto d’Europa, vive una profonda crisi della convivenza a causa della pandemia da Coronavirus, che si ripercuote purtroppo con segnali di violenza proprio fra le mura di casa", fa presente con preoccupazione la presidente Ulrike Oberhammer.

Sacchetti della spesa per sensibilizzare

Il 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne, sino al 10 dicembre, giornata dei diritti umani, nei panifici e in alcune macellerie, nonché in vari negozi alimentari gli acquisti generi alimentari saranno consegnati in sacchetti della spesa dedicati e gratuiti. L’azione di sensibilizzazione, la prima per celebrare i 30 anni della Commissione provinciale per le pari opportunità, avviene in collaborazione con i Comuni, con l’Unione e con l’associazione dei panificatori. Oltre 160 le aziende con 200 punti di vendita che aderiscono all’iniziativa a livello provinciale. L’azione riprende il motto di un’analoga iniziativa svoltasi nel 2003 con lo slogan "Mettiamo nel sacco la violenza contro le donne". La presidente e la vicepresidente della Commissione, Ulrike Oberhammer e Donatella Califano, esprimo soddisfazione per l’adesione: "Grazie al supporto a livello comunale e ai nostri partner saremo presenti in quasi ogni comune dell’Alto Adige".

Azione sui Social e raccolta foto

L'azione sarà documentata per mezzo delle foto che perverranno da tutti i comuni a serviziodonna@provincia.bz.it e a KGutgsell@hds-bz.it che provvederà a raccoglierle e ad assemblarle in una relazione conclusiva. Le cittadine e i cittadini possono realizzare un selfie con il sacchetto della spesa della campagna di sensibilizzazione e postarla sui propri profili social con il motto: "Mettiamo nel sacco la violenza contro le donne".
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

02/08/2021

Gli editori nell’Unione organizzano il Bazar dei libri a Bolzano:

Venerdì 6 agosto iniziano i “saldi estivi” dei migliori libri dell'Alto Adige. In piazza Walther, nel centro di Bolzano, fino al 22 agosto, le pubblicazioni degli editori altoatesini possono essere acquistate tutto il giorno nel grande tendone dei ...
 
 

29/07/2021

L’Unione diventa membro dell'organizzazione Citymarketing Austria

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige è diventata recentemente membro dell'associazione Citymarketing Austria (www.stadtmarketing.eu). “Citymarketing Austria riunisce dal 2009 quasi 70 organizzazioni di marketing locale e urbano dell'Austria ...
 
 

20/07/2021

Gestori di centri fitness dell’Alto Adige: “Abbiamo bisogno di regole eque – come nel resto d’Italia”

Anche dopo che il resto dell’economia altoatesina ha potuto finalmente tornare a un’attività quasi normale, i centri fitness devono ancora lottare contro limitazioni severissime: a provocare la rabbia dei gestori è soprattutto il fatto che, in Alto ...
 
 

13/07/2021

A partire da 16 luglio 4 settimane di saldi estivi in Alto Adige

L’Unione  e la Camera di commercio di Bolzano hanno fissato l’inizio dei saldi estivi in Alto Adige al 16 luglio. La durata dei saldi è di 4 settimane. L’Unione rimane convinta dell’importanza di questo strumento di vendita. “Le svendite di ...