Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
19/01/2021

Pagamenti compensativi per tutte le aziende a causa della crisi Covid

Il presidente dell’Unione Philipp Moser: “Prevedere gli aiuti più urgenti!”

Nel corso del 2020, a causa della pandemia, moltissime aziende hanno dovuto affrontare un calo del fatturato, ricorda l’Unione. In questo periodo, per la grande maggioranza delle aziende, le preoccupazioni e l’incertezza di cosa porterà con sé il nuovo anno sono ben più che giustificate.

“Saranno si distribuiti gli aiuti statali tramite i cosiddetti ‘Decreti Ristori’, ma sono sicuramente insufficienti. Un ulteriore sostegno finanziario da parte della Provincia Autonoma di Bolzano sembra pertanto indispensabile”, afferma il presidente dell’Unione Philipp Moser.

Per evitare che i pagamenti siano nuovamente effettuati sulla base dei codici Ateco, il nuovo decreto ‘Ristori’ dovrebbe prevedere una compensazione per tutte le aziende che, in confronto all’anno 2019, abbiano dei cali di fatturato legati all’emergenza Covid. “Da questo importo dovrebbero essere detratti i pagamenti ‘Ristori’ effettuati finora”, auspica Moser come misura supplementare di sostegno a livello nazionale.

“Attualmente, a livello parlamentare, si sta lavorando in questa direzione, e noi appoggiamo completamente questa strategia. Ci è però anche chiaro che queste compensazioni statali, da sole, non saranno sufficienti a consentire ad aziende e lavoratori un’efficace ripartenza”, chiarisce Moser.

La Provincia ha già più volte annunciato che interverrà laddove i finanziamenti statali non fossero sufficienti. “In questi giorni siamo in trattativa con i competenti uffici provinciali per elaborare misure di sostegno provinciali integrative – affinché le aziende colpite e l’attività imprenditoriale possano riavviarsi”, conclude il presidente dell’Unione.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

15/10/2021

Ritorna il Mercato di Stegona!

“Già da settimane siamo in continuo contatto con i rappresentanti del Comune di Brunico, con l’assessore comunale all’economia Daniel Schönhuber e con i responsabili del marketing urbano, per discutere e definire l’organizzazione ...
 
 

08/10/2021

I produttori di film dell’Alto Adige si presenteranno in maniera unitaria:

L’obiettivo futuro dei produttori cinematografici dell’Alto Adige è presentarsi in maniera unitaria e rappresentare in questo modo al meglio i propri interessi. Di recente, in seno all’Unione, è stata costituita la relativa categoria ...
 
 

07/10/2021

I pubblicitari Target nell’Unione: “Come si trasmette pubblicità in Alto Adige”

I creativi e gli specialisti di marketing dell’Alto Adige si sono incontrati di recente per la loro assemblea annuale – tenutasi quest’anno in formato digitale. “Anche se l’anno scorso non sono stati molti gli incontri e gli eventi effettivamente ...
 
 

06/10/2021

Un nuovo buono acquisto digitale e sostenibile per l’Alto Adige

L’Unione ha sviluppato un nuovo buono acquisto digitale che può essere utilizzato in oltre 750 aziende e punti vendita distribuiti su tutto il territorio provinciale. “Con il buono ‘monni digital’ non facciamo solo un grande passo verso la ...