Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
08/08/2019

Nuova iniziativa dell’Unione per rendere Laives ancor più viva e attrattiva

Laives, tutto a portata di mano!

Le molte aziende del commercio al dettaglio, piccole e a conduzione familiare, non garantiscono solo il commercio di vicinato a Laives, ma contribuiscono anche a una migliore qualità della vita e soddisfano un’importante funzione sociale. Per sottolineare questi valori e renderli ancor più chiari ai clienti, l’Unione realizza di continuo iniziative a favore della vitalità e attrattività del centro urbano di Laives. Una nuova iniziativa, che prende il via in questi giorni, è stata presentata oggi (giovedì, 8 agosto) nell’ambito di una conferenza stampa.

All’insegna del motto “Laives, tutto a portata di mano”, i commercianti di Laives, S. Giacomo e Pineta regaleranno ai propri clienti abituali delle speciali borse per gli acquisti. “Le borse rappresentano un simbolo degli acquisti in paese e vengono regalate ai clienti più affezionati quale segno di gratitudine”, spiega Christian Giuliani, presidente mandamentale dell’Unione, che appoggia con entusiasmo la nuova iniziativa. “Si tratta di un progetto di grande importanza che sostiene il commercio di vicinato e chiarisce ai clienti l’importanza del loro contributo in quest’ambito”, aggiunge Giuliani.

L’iniziativa è stata seguita da un gruppo di lavoro formato da Michela Bassi, Irene Anesi e Carolina Negro, che hanno elaborato il progetto insieme alla caposede mandamentale dell’Unione Judith Müller. “L’iniziativa delle borse per la spesa è solo la prima di molte iniziative finalizzate a creare maggiore fidelizzazione dei clienti nella nostra città. La prossima dovrebbe tenersi in autunno, e l’entusiasmo è già grande”, anticipa Michela Bassi.

L’iniziativa ha incontrato l’approvazione del sindaco di Laives Christian Bianchi e dell’assessora al commercio Claudia Furlani. “Le borse per gli acquisti sono una buona idea, e siamo conquistati dal coinvolgimento mostrato dai commercianti. Per questo motivo siamo lieti di offrire il nostro sostegno, anche finanziario, a questa e alle prossime iniziative, come la lotteria o “Uno scontrino per la scuola”, assicurano Bianchi e Furlani.

Le borse sono realizzate in materiali rinnovabili e prodotte al 100% in Italia, un fattore di grande importanza per i commercianti di Laives. Con il loro design moderno, le borse rappresentano la varietà dei negozi presenti a Laives. L’iniziativa è stata sostenuta e promossa dal Comune di Laives e dalla Cassa Raiffeisen della Bassa Atesina.

 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

23/10/2020

Il futuro del commercio su aree pubbliche in grave pericolo

Nell’ultima ordinanza d’urgenza del presidente della Giunta provinciale è previsto che, in materia di mercati di rilevanza comunale, i sindaci possano adottare ulteriori misure restrittive. “I commercianti ambulanti non sono disposti a fare da capro ...
 
 

23/10/2020

monni card: il denaro resta in Alto Adige

Ricordiamo a tutti: il limite per l’esenzione fiscale per i beni ceduti ai collaboratori (“fringe benefits”) è stato raddoppiato: con il “Decreto Agosto”, e solo per il periodo d’imposta 2020, l’importo del valore di beni ceduti e servizi erogati ...
 
 

22/10/2020

“Grande preoccupazione!”: L’Alto Adige dichiarata zona a rischio

“Non vorrei pronunciare la parola catastrofe, ma la preoccupazione è sicuramente grande”, questo il primo commento del presidente dell’Unione Philipp Moser circa l’annunciato avvertimento relativo ai viaggi verso l’Alto Adige da ...
 
 

20/10/2020

Decisione chiara della Giunta esecutiva: i Mercatini di Natale sono da cancellare

La Giunta esecutiva dell’Unione si esprime con chiarezza contro l’allestimento dei Mercatini di Natale di quest’anno. A deciderlo all’unanimità, dopo una lunga discussione, è stato lunedì, 19 ottobre 2020 il massimo organo rappresentativo ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Judith Müller

Caposede Bolzano circondario
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 517
M: 331 62 20 433
E-mail: