Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
04/10/2019

Lukas Gardener di Laives è il Talento commerciale Alto Adige 2019

Entusiasmante finale per il Concorso professionale provinciale

I primi tre classificati: Valentina Oberbichler, il vincitore Lukas Gardener e Alex Menegatti (da sin.).
I migliori apprendisti e studenti professionali del settore commercio si sono dati battaglia questa sera (venerdì, 4 ottobre 2019) nell’ambito del Concorso professionale per giovani venditori. Lukas Gardener di Laives, venditore presso Lobis Pavimenti a Bolzano, ha vinto questa edizione del concorso e può quindi fregiarsi del titolo di Talento commerciale Alto Adige 2019.

Il giovane venditore si è misurato con altri quattro finalisti presso il Centro di formazione professionale di Brunico. Al secondo posto si è classificato Alex Menegatti di Laives (Scuola professionale provinciale per il commercio e la grafica Johannes Gutenberg), seguito da Valentina Oberbichler di Molini di Tures (Centro di formazione professionale di Brunico), apprendista presso l’azienda formatrice Athesia Cartoleria di Brunico al terzo. Gli altri due finalisti erano Maria Seehauser di Campo di Trens (Scuola professionale provinciale di Bressanone), apprendista presso Despar Ploner a Stilves e Julian Lercher di Santa Maria di Dobbiaco (Centro di formazione professionale di Brunico), apprendista presso Anjoka Conad Dobbiaco.

Il concorso professionale Talento commerciale Alto Adige è organizzato annualmente dall’Unione commercio turismo servizi Alto Adige in collaborazione con il Centro di formazione professionale di Brunico.

“Oltre a quello di venditore, nel settore commercio e servizi i giovani possono trovare altri 18 profili professionali – una varietà assolutamente unica”, sottolinea il presidente dell’Unione Philipp Moser. “Il mestiere di venditore ha molto in comune con tutte queste altre professioni: il piacere nel contatto con le persone, le competenze sociali, le conoscenze linguistiche e la conoscenza specifica del settore. Tutto ciò contribuisce al grande fascino di queste professioni”, aggiunge Moser, che si dice impressionato dal livello delle prestazioni e dalle capacità dei giovani venditori e, allo stesso tempo, ribadisce l’importanza del ruolo delle aziende formatrici.

Durante la finale i giovani sono stati giudicati in base a competenza professionale, tecnica argomentativa e professionalità nell’approccio. I candidati hanno dovuto presentare un perfetto colloquio di vendita con un cliente di prova. Parallelamente hanno anche dovuto assistere un cliente di lingua inglese. Le merci al centro dei colloqui sono state portate dagli stessi concorrenti e provenivano dai rispettivi settori di vendita.

La giuria era composta da rappresentanti dell’Unione e del corpo docente delle scuole professionali. A tutti i finalisti è andato un assegno messo a disposizione dall’Ente bilaterale per il settore terziario EbK.

Il vincitore Lukas Gardener parteciperà nel 2020 ai Campionati europei dei mestieri Euroskills a Graz. Mentre Alex Menegatti, Valentina Oberbichler e Maria Seehauser prenderanno parte il 6 novembre 2019 al Concorso professionale internazionale Junior Sales Champion International di Salisburgo in rappresentanza dell’Alto Adige.

 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

19/01/2021

Pagamenti compensativi per tutte le aziende a causa della crisi Covid

Nel corso del 2020, a causa della pandemia, moltissime aziende hanno dovuto affrontare un calo del fatturato, ricorda l’Unione. In questo periodo, per la grande maggioranza delle aziende, le preoccupazioni e l’incertezza di cosa porterà con sé il ...
 
 

15/01/2021

Per i fornitori delle aziende turistiche il tira e molla con l’inizio della stagione invernale è problematico

Con la sua funzione di collegamento tra Nord e Sud, la difficile situazione in Italia, Austria e Germania si riflette negativamente anche sulla liquidità delle aziende del commercio all’ingrosso in Alto Adige. “E siamo fortemente legati allo ...
 
 

05/01/2021

L’Unione accoglie con favore l’apertura di commercio e gastronomia

A partire da giovedì, 7 gennaio, l’intero settore commerciale nonché bar e ristoranti, potranno riprendere la propria attività. È quanto hanno deciso il presidente della Giunta provinciale Arno Kompatscher e l’assessore provinciale ...
 
 

30/12/2020

Unione e HGV insistono per la riapertura della gastronomia

I bar e le aziende della gastronomia devono poter riaprire il 7 gennaio. Questo è quanto richiedono con forza i presidenti di Unione Philipp Moser e dell’Unione albergatori e pubblici esercenti HGV Manfred Pinzger ...