Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
29/01/2020

Laives: si chiude con successo l’iniziativa “Uno scontrino per la scuola”

In 25 giorni 1.518 studenti hanno raccolto 13.921 di 24 aziende

A Laives sono molte le piccole aziende a conduzione familiare del commercio al dettaglio che danno vita a un’offerta varia e un centro urbano vivace assolvendo, allo stesso tempo, a un’importante funzione sociale, perché garantiscono il commercio di vicinato e contribuiscono così a una migliore qualità della vita.

L’Unione queste aziende con l’iniziativa “Uno scontrino per la scuola”, riproposta ora per la terza volta dopo il successo degli scorsi anni. L’iniziativa, tenutasi dal 25 novembre al 20 dicembre 2019 sul territorio comunale di Laives, si pone l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione verso gli acquisti in loco. L’iniziativa si è conclusa oggi (mercoledì, 29 gennaio 2020) al teatro “Gino Coseri” di Laives con la cerimonia di premiazione.

L’iniziativa consiste in un concorso tra tutte le scuole di Laives. Il principio è semplice: i 1.518 studenti (86 classi) delle sette scuole elementari e medie di Laives, S. Giacomo e Pineta hanno raccolto gli scontrini delle aziende aderenti – aziende commerciali, bar e ristoranti – nelle quali hanno acquistato o consumato qualcosa e li hanno quindi depositati nei box dedicati sistemati nelle rispettive scuole. Alla fine dell’iniziativa gli scontrini sono stati contati e verificati.

Tutte le aspettative legate all’iniziativa sono state più che superate: in soli 25 giorni gli studenti hanno raccolto complessivamente 13.921 scontrini di 24 aziende. A vincere è stata la classe che, in relazione al numero di studenti, ha raccolto più scontrini. Si tratta della 5. classe della scuola elementare di San Giacomo i cui 18 studenti hanno raccolto ben 1.465 scontrini validi, pari a una media di 81 scontrini per studente.

Il secondo posto è andato ai 17 studenti della classe 3° della scuola elementare Lindgren di Laives (754 scontrini con una media di 44 scontrini/studenti) e il terzo posto alla classe 1° della scuola media Franzelin (765 scontrini con una media di 36 scontrini/studenti). Sono stati assegnati premi scelti dalle stesse classi e messi a disposizione dalle aziende aderenti.

“Uno scontrino per la scuola” è organizzata dall’Unione in collaborazione con le scuole e le aziende di Laives ed è sostenuta dalla Cassa Raiffeisen della Bassa Atesina e dal Comune di Laives. Ulteriori informazioni sull’iniziativa e sulle aziende aderenti sono disponibili online su: unione-bz.it/scontrino.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

29/10/2020

e-commerce: “Basta con l’attuale Far West!”

Per l’Unione rappresenta una dichiarazione di bancarotta internazionale: l’introduzione di una web tax per i giganti del commercio online, prevista entro il 2020, è stata posticipata al 2021.

“Alcuni giorni fa l’Organizzazione ...
 
 

28/10/2020

Assemblea generale ed elezioni per l’Associazione mediatori dell’Alto Adige

Attualmente, in Alto Adige, nel Registro delle imprese sono iscritte 359 aziende con attività di intermediazione. Di recente, presso la Cantina Merano, e sotto la guida del presidente uscente Herbert Arquin, si è tenuta l’annuale assemblea generale ...
 
 

26/10/2020

Covid-19, misure più restrittive in Alto Adige

Da lunedì 26 ottobre 2020 e fino a martedì 24 novembre 2020 è in vigore una nuova ordinanza d’urgenza del Presidente della Giunta provinciale (vedi in fondo alla pagina sotto i download) in tutto il territorio provinciale con misure ...
 
 

26/10/2020

Nuova fase con la nuova ordinanza d’urgenza

“La nuova ordinanza d’urgenza della Provincia va nella direzione giusta. Dobbiamo proseguire con l’attività dei tre pilastri economia, lavoro e scuola, seppure in una forma leggermente ridotta. Meglio attenersi ora a regola più ...