19/04/2021

La gastronomia altoatesina a Roma

Servono aiuti rapidi e strategie per lavorare in sicurezza - L’Unione: “Le aziende sono allo stremo, molte rischiano di non farcela”

Il rappresentante della gastronomia nell’Unione Diego Bernardi ha preso la parola all’Assemblea della FIPE a Roma.
Tra i settori colpiti più duramente dalla pandemia di Coronavirus figura senz’altro la gastronomia, con bar e ristoranti costretti a chiudere per molti mesi durante l’emergenza. Per mettere in evidenza la gravità della situazione economica del settore, e anche per richiamare la politica alle proprie responsabilità, nei giorni scorsi, a Roma, si è tenuta un’assemblea straordinaria della FIPE, la Federazione dei pubblici esercizi in seno a Confcommercio. All’evento era presente anche il rappresentante della gastronomia nell’Unione Diego Bernardi.

“Sono molte, ormai, le aziende che stanno esaurendo le forze; se non riusciremo a ripartire a pieno regime in brevissimo tempo, dando alle aziende la possibilità di tornare a lavorare anche nei locali e dare lavoro ai propri collaboratori, saranno moltissime le attività che non riusciranno a sopravvivere”, sottolinea Bernardi e ribadisce che le aperture previste per il 26 aprile sono solo un piccolo passo per programmare una ripresa del lavoro in totale sicurezza, sia per il personale che per i clienti.

“Indipendentemente dagli aiuti economici, che ora vanno versati rapidamente, il nostro obiettivo è quello di tornare in fretta a lavorare anche all’interno dei locali. Per avviare la ripresa, però, servono strategie chiare, perché l’incertezza è nemica della programmazione”, aggiunge Bernardi. “La gastronomia ha sempre rispettato le norme di sicurezza e distanziamento, per tutelare la salute dei lavoratori del settore e dei consumatori. L’asporto, da solo, non è sufficiente a garantire un fatturato sufficiente anche solo a coprire i costi fissi. Noi siamo pronti a fare la nostra parte, chiediamo solo di poter tornare a lavorare a pieno ritmo”, fa appello Bernardi.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

06/12/2021

A new Christmas Chance per “vivere“ Bolzano

Un milione di biglietti stampati, oltre 400 premi in palio, 70 sponsor, più di 220 attività imprenditoriali aderenti, alle quali si aggiungono gli stand del Mercatino di Natale di Bolzano: sono i numeri di “A news Christmas Chance“, il primo ...
 
 

03/12/2021

Coronavirus: l'Alto Adige recepisce le norme statali sul Green Pass

Il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, con la firma dell’Ordinanza n. 37 ha recepito anche per l’Alto Adige le norme statali per quanto riguarda il Green Pass. Le norme di questa Ordinanza entrano quindi in vigore su tutto il territorio ...
 
 

03/12/2021

I commercianti ambulanti nell’Unione tracciano un bilancio con alti e bassi

I commercianti ambulanti nell’Unione tracciano un bilancio di fine anno: “Anche la passata stagione del commercio ambulante in Alto Adige deve essere descritta come altalenante. L’unico aspetto positivo è che i mercati di approvvigionamento ...
 
 

01/12/2021

Viva il Natale, acquista locale!

Oggi, 1° dicembre 2021, è stata aperta la prima porticina dei calendari d’Avvento. L’Unione approfitta di questa giornata simbolica per lanciare un appello: “Nella nostra vita quotidiana dovremmo tornare a pensare regionale. Siamo sulla buona ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott. Pietro Perez

Categorie
Segretario di categoria
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 509
M: 335 377 500
E-mail: