Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
08/04/2020

La crisi del Coronavirus dovrebbe rafforzare la percezione del NOI

I prestatori di servizi nell’Unione: “Prepararsi fin d’ora per il tempo che verrà”

La criticità della situazione causata dal Coronavirus ha colpito in pieno anche i prestatori di servizi dell’Alto Adige. “Ora bisogna sfruttare questa fase per prepararsi al meglio per il tempo che verrà, anche rafforzando la percezione del NOI”, afferma l’Unione commercio turismo servizi Alto Adige.

“Anche il settore dei servizi sta lottando con la difficile situazione. Molti prestatori di servizi a contatto diretto col pubblico, come per esempio le agenzie viaggi, hanno dovuto chiudere l’attività, ma anche altre categorie, come i consulenti aziendali, i prestatori di servizi per eventi o i pubblicitari, hanno visto ridursi a zero i propri guadagni”, precisa il presidente dell’Unione sintetizzando la situazione.

I modelli aziendali finora in uso sono per gran parte crollati, e la ripresa è ancora molto lontana. “È quindi necessario trovare nuovi modelli aziendali alternativi, anche per poter mantenere gli attuali collaboratori”, aggiunge Moser. Creatività e innovazione sono pertanto più richiesti che mai.

Non appena l’epidemia, sarà lentamente superata, andando a far parte del passato, l’Alto Adige dovrà già essere pronto. Sarà decisivo il posizionamento della destinazione Alto Adige. Sarà necessario mantenere alta l’attrattività con la giusta comunicazione e rimanendo sempre positivi. È più che mai vitale unire le forze presenti in Alto Adige per comunicare positività in tutto il mondo – all’insegna del motto: la situazione attuale passerà, mentre il nostro territorio, con tutte le sue attrattività, rimarrà. Agire con messaggi positivi per contrastare la negatività diffusa e, allo stesso tempo, da buoni comunicatori, trasmettere la speranza alle persone e risvegliare l’orgoglio degli altoatesini verso la loro bellissima terra.

“Ci sarà una ‘fase successiva’ nella quale saremo tutti chiamati a dare il nostro contributo per rilanciare l’economia. A sostenere con forza questa fase saranno in particolare i prestatori di servizi dell’Alto Adige con iniziative mirate”, sottolinea il presidente dell’Unione Moser.

I prestatori di servizi nell’Unione

In Alto Adige l’Unione rappresenta la maggiore aggregazione di aziende dei più diversi settori dei servizi. Già nel 1993 i prestatori di servizi si erano riuniti in seno all’Unione per incentivare insieme il settore per mezzo delle rispettive competenze e specializzazioni nei vari ambiti professionali. Attualmente l’Unione, tramite il raggruppamento intersettoriale dei prestatori di servizi, ospita altre undici categorie e associazioni organizzate. Tra esse ci sono i prestatori di servizi per eventi, i prestatori di servizi IT e internet, le emittenti radiotelevisive, le agenzie viaggi, i mediatori immobiliari, i consulenti aziendali, gli editori, i pubblicitari, le bike guide, i traduttori e interpreti nonché gli accompagnatori e le guide turistiche.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

29/05/2020

Gli ambulanti nell’Unione: “Niente impedisce più la ripartenza”

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige e il Consorzio dei Comuni dell’Alto Adige hanno elaborato insieme delle linee guida per il commercio su aree pubbliche e per i mercati, che dovrebbero servire ad applicare in maniera condivisa i ...
 
 

27/05/2020

“Tutto fermo, difficile garantire la sopravvivenza delle aziende”

Per il settore dei viaggi e degli eventi in Alto Adige, l’attuale crisi è senza precedenti. Le agenzie viaggi e i prestatori di servizi per eventi nell’Unione uniscono le forze per richiedere l’urgente introduzione di misure di sostegno: “In questo ...
 
 

26/05/2020

Gastronomia e ore serali: le regole di comportamento sotto esame

Le attuali regole di comportamento – in primo luogo l’obbligo di mascherina e la distanza interpersonale – sono attualmente sotto esame anche da parte di una serie di centri urbani dell’Alto Adige. Come è naturale, vista anche la stagione, ad ...
 
 

22/05/2020

I mestieri nel settore IT: più visibilità per giovani e studenti

“Caratterizzato dall’innovazione tecnologica mondiale, non esiste un mercato soggetto a cambiamenti tanto rapidi come quello delle tecnologie informatiche – e ciò riguarda anche i percorsi formativi”, afferma il presidente dei prestatori di servizi ...