Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
16/11/2020

L’Unione ottiene un’altra possibilità di vendita nel proprio Comune

“Un piccolo passo, ma pur sempre un primo passo nella direzione della riapertura dell’attività!”

In considerazione della difficile situazione nella quale si trovano molte migliaia di aziende del commercio al dettaglio in Alto Adige, l’Unione commercio turismo servizi Alto Adige, nel corso di diversi colloqui con il presidente della Giunta provinciale Arno Kompatscher e l’assessore provinciale al commercio Philipp Achammer, è stata in grado di rendere possibile la forma di vendita nota come click&collect.

“A partire da oggi (lunedì, 16 novembre 2020), è quindi possibile il ritiro ovvero la consegna davanti al negozio ai clienti che abbiano preordinato la merce”, afferma soddisfatto il presidente dell’Unione Philipp Moser, che precisa che i negozi rimangono comunque chiusi all’accesso dei clienti e che il pagamento non può avvenire al momento della consegna della merce. Si tratta però comunque di una ripresa dell’attività, per quanto limitata.

“Si tratta di piccolo passo, ma pur sempre di un primo passo, nella direzione della riapertura e della ripresa dell’attività”, sottolinea Moser. Il presidente invita ora tutti i commercianti a sfruttare questa opportunità e a informare i propri clienti che la merce può essere ordinata tramite telefono, email, SMS e online.

L’Unione sottolinea che, attualmente, gli acquisti click&collect sono possibili solo nel proprio Comune di residenza. Il motivo è che le norme attualmente vigenti permettono di uscire dal proprio Comune solo per giustificati motivi (p.es. salute, lavoro).
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

16/04/2021

Per la prima volta i test salivari in Alto Adige

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige sostiene attivamente gli sforzi per la prosecuzione della strategia di test in Alto Adige. “Fin da subito offriamo gratuitamente a tutti i nostri collaboratori la possibilità di eseguire un innovativo ...
 
 

13/04/2021

“L’auto è l’ufficio di un agente di commercio, lo strumento di lavoro fondamentale!“

Gli agenti e rappresentanti di commercio Fnaarc nell’Unione chiedono alla Provincia l’esenzione del pagamento del bollo auto per la categoria. “La nostra categoria coinvolge circa 500 professionisti in Alto Adige ed è uno dei motori ...
 
 

13/04/2021

“Torni finalmente a lavorare anche la gastronomia in Alto Adige!”

“La gastronomia rischia di non rialzarsi mai più!” Così l’Unione sintetizza la situazione del settore della gastronomia in Alto Adige. “Continuano a passare le settimane e gli imprenditori devono restare a guardare le proprie aziende finire in ...
 
 

12/04/2021

Areale “Metro”: quali effetti avrebbe un nuovo centro commerciale sulla città?

Quali sarebbero gli effetti di un nuovo centro commerciale sull’areale “Metro” a Bolzano sulle immediate vicinanze, sullo sviluppo della città e sui quartieri? Quanti negozi sfitti con quanti metri quadrati ci sono a Bolzano e in quali condizioni si ...