Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
17/12/2018

L’economia locale ha molti punti di forza

Come risulta dall’attuale comunicato ASTAT, il numero delle persone con un impiego ammonta in Alto Adige a 263.200, il 2,1% in più rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. In altre parole tre persone su quattro, nella fascia di età compresa tra i 15 e i 64 anni, esercitano una professione.

Ciascun imprenditore è consapevole del fatto che è tutt’alto che facile creare nuovi posti di lavoro e mantenerli. Gli obblighi burocratici e legislativi, come ad esempio nel campo della sicurezza sul lavoro non facilitano le cose agli imprenditori. “Proprio gli ultimi anni, nei quali l’Alto Adige con grande coraggio, impegno e spirito innovativo si è lentamente risollevato dalla crisi economica, hanno dimostrato quali punti di forza possiede l’economia locale”, spiega Südtiroler Wirtschaftsring – Economia Alto Adige.
 
La maggior parte delle aziende locali sono a conduzione famigliare. Il principale punto di forza delle aziende a conduzione famigliare è determinato dal loro orientamento a lungo termine. Queste gestiscono meglio le crisi. Inoltre le imprese altoatesine sono particolarmente rinomate oltre confine per la qualità dei loro prodotti. In tutti i settori si trovano note marche e leader del mercato mondiale. Le aziende altoatesine offrono posti di lavoro buoni e sicuri con possibilità di carriera. Le prospettive interessanti non mancano. “Quindi è importante puntare su queste. Pertanto vogliamo continuare ad operare in costante scambio con la politica sulle condizioni generali, affinché ciò rimanga tale anche in futuro”, ha ribadito swr-ea.
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

18/10/2019

Legge di bilancio 2020

L’obbligo di accettare pagamenti con bancomat da parte dei clienti di esercizi commerciali, prestatori di servizi e liberi professionisti esiste in Italia fin dal 2014. Ora, però, la proposta di bilancio per il 2020 prevede una nuova e doppia ...
 
 

18/10/2019

Una bella escursione baciata dal sole

L’Associazione 50+ nell’Unione si è da poco ritrovata per una bella escursione tipicamente autunnale. Questa volta il gruppo si è diretto al sentiero didattico dedicato al vino nel paese di Cortaccia. Dalla messa a terra delle giovani piante e fino ...
 
 

17/10/2019

Comunicazione telematica degli corrispettivi giornalieri

L’Unione ricorda ai propri associati che il salvataggio e l’invio telematici dei corrispettivi giornalieri diventeranno obbligatori a partire dal 1° gennaio 2020. A partire da quella data non potranno essere emessi scontrini di cassa o quietanze ...
 
 

17/10/2019

Nuova convenzione dell’Unione con Vodafone

Gli associati dell’Unione, tramite l’associazione di riferimento nazionale Confcommercio, possono ora godere di interessanti sconti e vantaggi sui servizi di telefonia di Vodafone, con una scontistica media annua di circa 250 euro. L’offerta ...