27/04/2021

L’Associazione Interpreti di Bolzano pronta per nuove sfide

Nuovi formati per eventi: la traduzione da remoto

Gli interpreti altoatesini in videoconferenza.
L’Associazione Interpreti di Bolzano (AIB) celebra il proprio 35° anniversario in un momento molto particolare. Da più di un anno, infatti, in tutto il mondo è pressoché impossibile tenere eventi in presenza. “Proprio per questo, continuare a comunicare (anche in più lingue) è oggi più importante che mai. È da questa considerazione che ha preso spunto il webinar organizzato recentemente dall’AIB per studiare i vari formati di eventi che la crescente digitalizzazione ha reso possibili”, spiega la presidente Antonella Telmon.

L’intervento introduttivo è stato affidato al direttore dell’area Meeting Management di EURAC Research, Pierpaolo Mariotti, che ha analizzato l’impatto della pandemia sul settore congressuale, mentre la direttrice del WIFI Christine Platzer ha descritto le esperienze del servizio di formazione della Camera di Commercio nel passaggio dall’aula al virtuale. Ivan Motter, Certified Technology Specialist di EURAC Research, ha illustrato le varie modalità di gestione degli eventi online, soffermandosi anche sugli aspetti della sicurezza informatica. A fare gli onori di casa la presidente dell’AIB, Antonella Telmon, che ha accolto nel contesto virtuale del webinar una settantina di partecipanti interessati a raccogliere spunti concreti per l’organizzazione dei propri eventi.

L’importanza degli interpreti per la qualità della comunicazione, anche in ambito politico, è stata sottolineata in apertura dal Presidente della Provincia Arno Kompatscher, che ha trovato il tempo di collegarsi dal vivo per un breve indirizzo di saluto. Che i formati digitali siano destinati ad accompagnarci in futuro è un dato di fatto, constatato anche in occasione dell’Assemblea generale dell’AIB tenutasi in videoconferenza. “Gli interpreti altoatesini sono pronti ad affrontare questa nuova sfida: si sono dotati delle necessarie tecnologie e, grazie alle iniziative di aggiornamento offerte da AIB ai propri soci, hanno ormai preso confidenza con le piattaforme digitali”, dice Telmon.

Ne hanno dato ampia dimostrazione anche durante il webinar, tradotto simultaneamente da remoto dai soci AIB Evi Dalcomune e Alberto Clò. “Per chi organizza eventi è oggi più importante che mai poter contare su una consulenza competente nella scelta del formato più adatto, sia esso digitale, in presenza o ibrido. Le nuove tecnologie digitali offrono infatti la possibilità di gestire gli eventi in modo flessibile, superando le distanze geografiche, ma resta comunque l’importanza fondamentale della componente relazionale, umana e di networking che solo gli eventi in presenza possono assicurare. In tutti i casi, la qualità della comunicazione viene garantita anche dal supporto di una traduzione professionale”, conclude Telmon.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

29/11/2021

L’Unione organizza visite aziendali per studenti con background migratorio:

Tra i progetti per i giovani dell’Unione sono comprese anche le visite aziendali per giovani e studenti. In questo campo l’associazione intende porsi come punto di contatto tra futuri professionisti e locale mondo del lavoro. “Il commercio, i ...
 
 

24/11/2021

Gestori di centri fitness e aziende del settore salute: “Perso più del 50 percento del fatturato”

Dopo che, nelle scorse settimane e mesi, molte aziende dell’economia altoatesina avevano potuto tornare a una situazione di quasi normalità, le palestre e i centri fitness sono ancora costrette a lottare contro estese limitazioni e gravi difficoltà ...
 
 

24/11/2021

Nei Comuni rossi i negozi sono ancora aperti

Come noto, secondo la recente ordinanza, per 20 Comuni dell’Alto Adige saranno in vigore regole più severe almeno fino al 7 dicembre. L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige sottolinea però espressamente che, in questi Comuni, tutte le aziende ...
 
 

23/11/2021

WELOVEBZ: insieme per la nostra città

L’economia di Bolzano si mette in gioco per il bene della città e lo fa, questa la novità, unita come non mai. Grazie a WELOVEBZ fondata dall’Unione, dagli albergatori dell’HGV, dalle due associazioni dell’artigianato LVH APA e CNA SHV, da ...