Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
07/10/2020

Il futuro della pasticceria in Alto Adige

I pasticceri nell’Unione tra capacità di adattamento e flessibilità

Adattabilità e flessibilità non sono mai state tanto richieste come ora. Ma le sfide più grandi sono anche le opportunità più interessanti. A questa conclusione sono arrivati i pasticceri nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige al termine della loro Assemblea generale. I colleghi si sono incontrati recentemente al Degust di Varna, per definire gli obiettivi comuni per il 2021, ma anche per scambiare esperienze e opinioni in quest’epoca problematica.

“Sono molto contento che di poter curare insieme lo scambio personale. Per noi tutti è stato un anno difficile, ma insieme siamo anche riusciti a percorrere nuove strade”, ha ricordato il presidente Paul Wojnar nel suo intervento di saluti. Oltre alla relazione sull’attività del 2019, sono stati evidenziati anche i risultati presenti, come per esempio la partecipazione dei pasticceri alla fiera Hotel. Quest’anno produrranno i tradizionali cuori di castagne in formato mignon.

Interessanti notizie da altri settori alimentari sono state quindi fornite da Hansi Baumgartner, già chef stellato, che, nei panni di “affinatore”, si dedica alla riscoperta, selezione e affinamento di varie tipologie di formaggi. I pasticceri nell’Unione hanno gustato le sue specialità casearie.

In occasione dell’Assemblea generale i pasticceri hanno anche ringraziato il vicepresidente dimissionario Hannes Dollinger della pasticceria Hofer di Bolzano. Con la fine di settembre la pasticceria più antica di Bolzano ha chiuso i battenti. La pasticceria, presente dal 1845 in via Museo a Bolzano, era gestita dalla sesta generazione di titolari. “Siamo un’azienda della tradizione ricca di passione. La mia decisione non è stata presa a cuor leggero, ma ho perso la gioia per il mio lavoro. E ora, che il passo è stato compiuto, sono pronto per qualcosa di nuovo”, afferma Dollinger, che ha gestito la pasticceria con i genitori Christian e Margit. I pasticceri nell’Unione gli augurano di avere molto successo e tutto il meglio per il futuro.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

28/10/2020

Assemblea generale ed elezioni per l’Associazione mediatori dell’Alto Adige

Attualmente, in Alto Adige, nel Registro delle imprese sono iscritte 359 aziende con attività di intermediazione. Di recente, presso la Cantina Merano, e sotto la guida del presidente uscente Herbert Arquin, si è tenuta l’annuale assemblea generale ...
 
 

26/10/2020

Covid-19, misure più restrittive in Alto Adige

Da lunedì 26 ottobre 2020 e fino a martedì 24 novembre 2020 è in vigore una nuova ordinanza d’urgenza del Presidente della Giunta provinciale (vedi in fondo alla pagina sotto i download) in tutto il territorio provinciale con misure ...
 
 

26/10/2020

Nuova fase con la nuova ordinanza d’urgenza

“La nuova ordinanza d’urgenza della Provincia va nella direzione giusta. Dobbiamo proseguire con l’attività dei tre pilastri economia, lavoro e scuola, seppure in una forma leggermente ridotta. Meglio attenersi ora a regola più ...
 
 

23/10/2020

Il futuro del commercio su aree pubbliche in grave pericolo

Nell’ultima ordinanza d’urgenza del presidente della Giunta provinciale è previsto che, in materia di mercati di rilevanza comunale, i sindaci possano adottare ulteriori misure restrittive. “I commercianti ambulanti non sono disposti a fare da capro ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott.ssa Petra Blasbichler

Segretaria di categoria
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 507
E-mail: