Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
30/10/2019

Il commercio di moda e articoli sportivi in Alto Adige riunito in un gruppo

“Al centro dell’attenzione i collaboratori qualificati e i cambiamenti digitali”

Da sin. M. Rabanser, S. Buratti, M. Jocher, M. Jocher, J. Kleon, K. Gluderer, K. Gasser, M. Nendwich, G. Prantner, E. Zöschg, D. Spechtenhauser, W. Geier, C.Oberhofer, R. Riederer, A. Pirpamer, D. Schönhuber e A. Mahad Khawaja
Dopo quello alimentare, il settore moda e tessili è uno dei comparti più significativi del commercio al dettaglio in Alto Adige. Per portare avanti le esigenze e gli interessi comuni, diversi commercianti al dettaglio dei settori moda, calzature e articoli sportivi nell’Unione si sono recentemente riuniti per un incontro professionale.

All’evento era presente come ospite anche Michael Nendwich, presidente della Federazione europea dei negozi di articoli sportivi (Fedas). Nella sua funzione di presidente dell’ente, Nendwich opera a Bruxelles come punto di contatto tra i produttori e i commercianti di articoli sportivi.

La carenza di personale qualificato e i cambiamenti del digitale sono i temi di maggiore attualità per i commercianti di articoli sportivi in tutta Europa. “In Austria vengono formati tecnici dello sport per ottenere collaboratori qualificati. Si tratta di una nuova figura professionale che deve essere sia orientata alla pratica che in grado di trasmettere una grande quantità di informazioni tecniche”, spiega Nendwich.

Per preparare i commercianti di articoli sportivi al digitale, per esempio, l’associazione di settore in Germania (Vds) offre il Digital Fitness Check, un test sviluppato specificamente per questo particolare ambito commerciale. Il Check comprende l’analisi di diversi campi aziendali e viene valutato da specialisti. “Il nuovo Fitness Check dovrebbe essere ampliato in tutta Europa”, afferma Nendwich.

La discussione conclusiva ha quindi offerto ai commercianti al dettaglio dell’Alto Adige spazio per porre diverse domande sul commercio di articoli sportivi.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

07/07/2020

Nuove norme per le aperture domenicali e festive nel vicino Trentino

La Provincia Autonoma di Trento ha recentemente emanato una legge provinciale con la quale ha rinnovato la regolamentazione degli orari di apertura reintroducendo le chiusure domenicali e festive. La legge provinciale trentina prevede una chiusura ...
 
 

03/07/2020

#ripartire significa anche shopping serale in Alto Adige

Diventati ormai parte integrante del programma estivo dell’Alto Adige, negli anni passati le circa 200 serate di shopping, con il loro vario programma di contorno, hanno animato un quarto dei centri urbani dell’Alto Adige. “Si è trattato sempre di ...
 
 

24/06/2020

Misure meno rigide: niente visiera protettiva, ma mascherina

La Giunta provinciale ha approvato martedì 23 giugno 2020, per facilitare l’avvio della fase 2, norme meno severe per le attività economiche, sportive, ricreative, il trasporto, manifestazioni culturali e religiose.

La Giunta ha ...
 
 

16/06/2020

Manca il denaro per gli affitti: il credito d’imposta offre una boccata d’aria

Questa primavera sono state ben 7.550 le aziende altoatesine del commercio e della gastronomia costrette a tenere chiuso per 60 giorni. Molte di queste aziende sono in affitto nei propri locali commerciali. Oltre a ciò, sono rimaste ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott.ssa Evelyn Zöschg

Categorie
Segretaria di categoria, collaboratrice sviluppo centri urbani
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 318
E-mail: