Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
13/12/2019

Gli ottici e optometristi nell’Unione raccolgono 2.600 euro a scopo benefico

Un Black Friday diverso dal solito

Gli ottici-optometristi nell’Unione consegnano l’assegno al Fondo di solidarietà rurale
Solitamente, quando si nomina il Black Friday si parla sempre di sconti eccezionali, caccia agli affari e acquisti compulsivi. Ma non è sempre così, perché gli ottici e optometristi nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige, ad esempio, hanno deciso di celebrare quest’anno un Black Friday diverso dal solito.

Il motto della nuova iniziativa della categoria è stato: acquistare e donare a scopo benefico. In occasione del Black Friday hanno infatti donato al Fondo di solidarietà rurale “Bäuerlicher Notstandsfond” il 10 percento dei propri incassi derivanti dalle vendite. Le undici aziende aderenti hanno potuto così raccogliere oltre 2.600 euro. L’assegno è stato recentemente consegnato al Fondo di solidarietà rurale “Bäuerlicher Notstandsfond”.

Il presidente degli ottici e optometristi nell’Unione, Luca Guerra, si dice particolarmente soddisfatto della riuscita dell’iniziativa: “Abbiamo deciso consapevolmente di non offrire i classici sconti legati al Black Friday. Con questo speciale progetto abbiamo voluto lanciare un chiaro segnale. Per noi è molto importante guardare ai valori più autentici. Per questo motivo vorrei ringraziare di cuore le attività che hanno preso parte all’iniziativa (Ottica Brugger, Ottica Daldossi, Ottica Dollinger, Ottica Gianni, Ottica Leitner, Ottica Maia, Ottica Mariner, Ottica Max, Ottica Mira, Ottica Percha e Ottica Wohlfahrter)”, afferma Guerra.

 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

22/10/2020

“Grande preoccupazione!”: L’Alto Adige dichiarata zona a rischio

“Non vorrei pronunciare la parola catastrofe, ma la preoccupazione è sicuramente grande”, questo il primo commento del presidente dell’Unione Philipp Moser circa l’annunciato avvertimento relativo ai viaggi verso l’Alto Adige da ...
 
 

20/10/2020

Decisione chiara della Giunta esecutiva: i Mercatini di Natale sono da cancellare

La Giunta esecutiva dell’Unione si esprime con chiarezza contro l’allestimento dei Mercatini di Natale di quest’anno. A deciderlo all’unanimità, dopo una lunga discussione, è stato lunedì, 19 ottobre 2020 il massimo organo rappresentativo ...
 
 

15/10/2020

Laives: per un centro urbano vivo, vitale e attrattivo

A Laives, le molte aziende piccole e a conduzione familiare del commercio al dettaglio, della gastronomia, dei servizi e dell’artigianato, non garantiscono solo la varietà dell’offerta e la vitalità della città, ma soddisfano anche ...
 
 

13/10/2020

“Entusiasmare gastronomia e settore alberghiero per i prodotti e servizi locali”

Anche quest’anno i pasticceri, i panificatori, i prestatori di servizi per eventi e le agenzie viaggi nell’Unione, nonché l’Associazione dei grossisti di bevande dell’Alto Adige, si presentano insieme a Hotel, la ...