Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
29/05/2020

Gli ambulanti nell’Unione: “Niente impedisce più la ripartenza”

Commercio su aree pubbliche in Alto Adige: Unione e Consorzio dei Comuni elaborano linee guida condivise

L’Unione e il Consorzio dei Comuni dell’Alto Adige hanno elaborato insieme delle linee guida per il commercio su aree pubbliche e per i mercati, che dovrebbero servire ad applicare in maniera condivisa i provvedimenti per limitare la diffusione del Covid-19.

“Le linee guida comprendono otto punti fondamentali che rendono possibile lo svolgimento dei mercati in Alto Adige”, afferma soddisfatto il presidente dei commercianti ambulanti nell’Unione Andreas Jobstreibizer. “In questo modo niente impedisce più la ripartenza. Dopo molte settimane di blocco, con tutte le conseguenze negative per gli oltre 500 commercianti ambulanti in Alto Adige, è ora di ripartire. Pensiamo solo al fatto che più della metà delle famiglie altoatesine acquistano regolarmente ai mercati”.

Nel dettaglio le linee guida prevedono quanto segue:

  1. Nel caso di mercati nei quali i banchi di mercato sono disposti uno di fronte all’altro, il passaggio per la clientela che si forma tra i banchi così disposti deve essere di regola almeno di 3,5 m.
  2. I banchi di mercato messi in fila devono essere di lato distanti l’uno dall’altro di 80 cm e i gestori dei banchi devono in ogni caso rispettare la distanza interpersonale di 1 m.
  3. Lo spazio di 80 cm che si forma tra i banchi di mercato disposti come descritto al punto 2 non può essere utilizzato dai clienti come passaggio e dev’essere chiuso da parte dei gestori dei banchi di mercato.
  4. Il gestori dei banchi di mercato e i clienti devono indossare una protezione delle vie respiratorie e mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 m e devono essere in ogni caso evitati assembramenti.
  5. Deve essere garantita un’ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani.
  6. L’uso dei guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto di alimenti e bevande, è obbligatorio. L’operatore deve fornire i guanti usa e getta. In ogni caso, le mani devono essere disinfettate all’entrata e all’uscita.
  7. Nel caso di mercati di grandi dimensioni e comunque nel caso di mercati con banchi, i quali sono disposti uno di fronte all’altro con un passaggio per i clienti che non sia di almeno 3,5 m dev’essere istituito un servizio d’ordine, che regoli l’accesso al mercato e che garantisca che il mercato sia frequentato solamente da 1 cliente per 10 m2. Per il calcolo del rapporto cliente/m2 si considera tutta l’area dello spazio in cui si svolge il mercato.
  8. Presso gli accessi ai mercati devono essere messe a disposizione in ogni caso informazioni per la clientela in merito all‘obbligo di mantenere una distanza di sicurezza di 1 m, all’obbligo di indossare una protezione delle vie respiratorie e alle altre misure di sicurezza da osservare.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

19/01/2021

Pagamenti compensativi per tutte le aziende a causa della crisi Covid

Nel corso del 2020, a causa della pandemia, moltissime aziende hanno dovuto affrontare un calo del fatturato, ricorda l’Unione. In questo periodo, per la grande maggioranza delle aziende, le preoccupazioni e l’incertezza di cosa porterà con sé il ...
 
 

15/01/2021

Per i fornitori delle aziende turistiche il tira e molla con l’inizio della stagione invernale è problematico

Con la sua funzione di collegamento tra Nord e Sud, la difficile situazione in Italia, Austria e Germania si riflette negativamente anche sulla liquidità delle aziende del commercio all’ingrosso in Alto Adige. “E siamo fortemente legati allo ...
 
 

05/01/2021

L’Unione accoglie con favore l’apertura di commercio e gastronomia

A partire da giovedì, 7 gennaio, l’intero settore commerciale nonché bar e ristoranti, potranno riprendere la propria attività. È quanto hanno deciso il presidente della Giunta provinciale Arno Kompatscher e l’assessore provinciale ...
 
 

30/12/2020

Unione e HGV insistono per la riapertura della gastronomia

I bar e le aziende della gastronomia devono poter riaprire il 7 gennaio. Questo è quanto richiedono con forza i presidenti di Unione Philipp Moser e dell’Unione albergatori e pubblici esercenti HGV Manfred Pinzger ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Christine Walzl

Categorie
Segretaria di categoria
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 514
E-mail:
Bozen