Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
06/06/2019

Giornata dei prestatori di servizi 2019

Tre imprenditori altoatesini hanno raccontato i loro rischi d’impresa

Da. sin. Renato Bonsignori, Barbara Pizzinini, Peter Paul Mader, Armin Oberhollenzer e Barbara Jäger.
In occasione della “Giornata dei prestatori di servizi 2019” tenutasi mercoledì, 5 giugno presso la sede principale dell’Unione a Bolzano, tre personalità imprenditoriali altoatesine hanno raccontato le proprie esperienze riguardo al rischio d’impresa.

Il tema del “Coraggio e del rischio d’impresa” è stato quest’anno al centro del tradizionale evento settoriale dei prestatori di servizi nell’Unione. La presidente dei prestatori di servizi Barbara Jäger e il vicepresidente Renato Bonsignori hanno accolto numerosi imprenditori del settore dei servizi in Alto Adige. “Come sempre l’attenzione è stata rivolta allo scambio reciproco e al networking tra prestatori di servizi in Alto Adige”, hanno spiegato Jäger e Bonsignori ricordando l’obiettivo dell’evento diventato ormai appuntamento fisso nell’agenda dei prestatori di servizi in Alto Adige.

Jäger ha quindi informato soddisfatta, che l’attuale barometro dell’IRE della Camera di commercio di Bolzano ha riscontrato il miglior clima di fiducia tra gli operatori dei “Servizi alle imprese”. “Abbiamo una base solida. Ciò che servirebbe ora sarebbe rendere l’Alto Adige ancora più attraente come territorio aperto alle aziende creative e ai giovani. Per attirare i necessari talenti in Alto Adige bisognerebbe, tra le altre cose, trovare una soluzione al problema abitativo. Le aziende locali dovrebbero anche essere tenute in maggior conto in occasione dei bandi pubblici”. Risultano inoltre decisivi l’incentivazione del bi- o plurilinguismo e l’apprendimento delle nostre due lingue. La competenza linguistica – così mostra lo sviluppo – sarebbe messa in disparte.

“Nessun settore economico è così variegato, eterogeneo, ma allo stesso tempo dinamico come i servizi”, ha invece aggiunto il presidente dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige Philipp Moser nel suo intervento di saluto.

Di seguito Armin Oberhollenzer, Barbara Pizzini e Peter Paul Mader hanno condiviso le proprie esperienze, idee e progetti. Armin Oberhollenzer guida la ditta Leaos srl (leaos.com) di Bolzano. Leaos è un’azienda giovane che crea e-bike di design. La sua mission non è offrire solo un mezzo di trasporto, ma una vera esperienza di vita. Leaos è stata fondata da Oberhollenzer nel 2013 con l’obiettivo di creare un nuovo segmento nel campo della mobilità urbana in grado di offrire a persone attente allo stile un veicolo urbano flessibile ed emozionante. Nel 2017 Leaos è diventata una srl con l’ingresso in società dell’investitore Hanspeter Haselsteiner della STRABAG.

Barbara Pizzinini ha invece presentato la Cooperativa EOS (eos-cooperativa.bz). Il Gruppo EOS è un gruppo cooperativo paritetico costituito da diverse cooperative. Dopo la fondazione nel 2016, la Cooperativa per lo Sviluppo, Orientamento e la Solidarietà vuole creare un punto di riferimento per tutta la popolazione dell’Alto Adige nel settore psicosociale e nella formazione.

Peter Paul Mader (Mader Srl) del family hotel Feuerstein Nature Family Resort (feuerstein.info) a Fleres, infine, ha raccontato dei rischi assunti dalla sua azienda. Il suo amore per il Feuerstein è nato nel 2000, insieme all’allora maso contadino. Da allora Mader è impegnato per promuovere questo straordinario luogo di forze naturali trasmettendo la sua speciale magia anche ad altre famiglie. Egli stesso trascorre tutti i fine settimana liberi con la sua famiglia dividendosi tra cascate e vette alpine, rinnovando le scorte di energia per affrontare al meglio le sfide dell’attività imprenditoriale.

I prestatori di servizi nell’Unione

L’Unione rappresenta la maggiore aggregazione provinciale di aziende dei più diversi settori dei servizi. Attualmente il grande gruppo dei prestatori di servizi nell’Unione comprende 11 tra categorie organizzate e associazioni professionali. Ne fanno parte i prestatori di servizi per eventi, i prestatori di servizi IT e internet, le emittenti radiotelevisive, le agenzie viaggi, i mediatori immobiliari, i consulenti aziendali, gli editori, i pubblicitari, le Bike guide, gli interpreti nonché le guide e accompagnatori turistici.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

28/10/2020

Assemblea generale ed elezioni per l’Associazione mediatori dell’Alto Adige

Attualmente, in Alto Adige, nel Registro delle imprese sono iscritte 359 aziende con attività di intermediazione. Di recente, presso la Cantina Merano, e sotto la guida del presidente uscente Herbert Arquin, si è tenuta l’annuale assemblea generale ...
 
 

27/10/2020

Novità: mascherine sempre obbligatorie negli ambienti chiusi

Con la recente ordinanza d’urgenza del presidente della Giunta provinciale (nr. 49), oltre quello già previsto per le aree aperte, è stato ora inasprito anche l’obbligo di utilizzo della mascherina all’interno degli edifici. La regola del ...
 
 

27/10/2020

Numero di persone contemporaneamente presenti – Cartello aziende

L’attuale ordinanza d’urgenza del presidente della Giunta provinciale (nr. 49) prevede che, all’ingresso di tutti gli ambienti aperti al pubblico, sia esposto il numero massimo di persone contemporaneamente ammesso all’interno del locale stesso.
 
 

26/10/2020

Nuova fase con la nuova ordinanza d’urgenza

“La nuova ordinanza d’urgenza della Provincia va nella direzione giusta. Dobbiamo proseguire con l’attività dei tre pilastri economia, lavoro e scuola, seppure in una forma leggermente ridotta. Meglio attenersi ora a regola più ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott.ssa Lorena Sala

Categorie
Capoarea
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 512
E-mail: