Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
26/05/2020

Gastronomia e ore serali: le regole di comportamento sotto esame

L’Unione si appella al senso di responsabilità di ospiti e clienti: “La chiusura anticipata dei locali non è la soluzione”

Le attuali regole di comportamento – in primo luogo l’obbligo di mascherina e la distanza interpersonale – sono attualmente sotto esame anche da parte di una serie di centri urbani dell’Alto Adige. Come è naturale, vista anche la stagione, ad attirare un grande pubblico nelle aree pubbliche adiacenti o di fronte ai locali sono soprattutto le ore serali.

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige fa appello a clienti e ospiti dei locali pubblici affinché mostrino la necessaria responsabilità e si attengano alle regole di comportamento. La salute di tutti i presenti viene prima di tutto. “Non può essere che, a causa di poche persone che non si attengono alle regole, si debba anticipare la chiusura dei locali pubblici nei centri urbani, come per esempio a Bolzano”, afferma Pietro Perez, responsabile della gastronomia e dei pubblici esercizi nell’Unione.

Per quanto possibile, i gestori dei locali sono costantemente impegnati a sensibilizzare i propri avventori circa il corretto comportamento da mantenere. “Non possiamo essere noi a farci carico dei compiti delle forze dell’ordine, che sono responsabili per la sicurezza, la tranquillità e il rispetto delle norme igieniche al di fuori dei locali. Tuttavia, siamo sempre pronti a collaborare e fornire tutto il sostegno possibile”, aggiunge Perez. L’anticipo dell’orario di chiusura non rappresenta la soluzione del problema, ma un ulteriore problema a carico dei gestori dei locali.

L’Unione spera ora che le persone mostrino comprensione e senso di responsabilità – il tutto unito a regolari controlli da parte delle forze dell’ordine. Sulla base degli ottimi numeri relativi al contagio registrati nelle due settimane passate, l’Unione auspica infine una riduzione delle regole di distanziamento a un metro – un altro motivo per mostrare la giusta responsabilità.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

15/07/2020

Coronavirus, nuove norme per la prevenzione

La Giunta provinciale ha recentemente aggiornato le norme relative al Coronavirus contenute nell’allegato A alla legge provinciale 4/2020 che stabilisce le regole per la fase 2. Per quanto riguarda il settore della ristorazione il personale addetto ...
 
 

09/07/2020

“Ottimismo, atteggiamento positivo, tenacia e lungo respiro”

Al centro della tradizionale “Giornata dei prestatori di servizi” che si è tenuta a mezzogiorno di oggi (giovedì, 9 luglio 2020) per la prima volta in versione virtuale, è stato posto il motto “Non mollare – La tenacia imprenditoriale”: il noto ...
 
 

07/07/2020

Nuove norme per le aperture domenicali e festive nel vicino Trentino

La Provincia Autonoma di Trento ha recentemente emanato una legge provinciale con la quale ha rinnovato la regolamentazione degli orari di apertura reintroducendo le chiusure domenicali e festive. La legge provinciale trentina prevede una chiusura ...
 
 

03/07/2020

#ripartire significa anche shopping serale in Alto Adige

Diventati ormai parte integrante del programma estivo dell’Alto Adige, negli anni passati le circa 200 serate di shopping, con il loro vario programma di contorno, hanno animato un quarto dei centri urbani dell’Alto Adige. “Si è trattato sempre di ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott. PIETRO PEREZ

Categorie
Responsabile pubblici esercizi
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 509
E-mail: