Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
10/12/2020

EbK, interventi straordinari a sostegno del reddito

“Prestazioni per lavoratori e aziende con un budget totale di 500.000 euro”

Il presidente dell’EbK Sandro Pellegrini.
Per rispondere alle necessità di lavoratori e aziende generate dalla crisi economica legata alla pandemia di Coronavirus, l’Ente bilaterale per il settore terziario (EbK) aveva elaborato quattro nuove prestazioni straordinarie specificamente mirate a sostenere il reddito di aziende e collaboratori, entrambi duramente colpiti dall’emergenza Covid 19.

In questi giorni si sono conclusi i pagamenti di queste prestazioni straordinarie. “A seguito della chiusura degli esercizi che ha messo a dura prova aziende e i lavoratori, avevamo deciso di aiutare i nostri associati mettendo a disposizione 500.000 euro in contributi straordinari. Sono state 2.157 le richieste elaborate”, spiega soddisfatto il presidente dell’EbK Sandro Pellegrini.

Per quanto riguarda i dipendenti, le nuove prestazioni erano costituite da un contributo straordinario genitorialità e da un contributo straordinario per la serenità abitativa. Entrambi erano versamenti una tantum che potevano raggiungere un massimo di 250 euro. Importo che poi è stato ridotto in quanto le richieste hanno superato ampiamente le aspettative. Il primo aiuto economico era rivolto a genitori lavoratori con figli fino a 16 anni, mentre il secondo era pensato per aiutare nel pagamento di affitto o mutuo prima casa per lavoratori che in cassa integrazione nei mesi tra aprile e giugno.

I servizi rivolti alle aziende riguardavano invece la messa in sicurezza/sanificazione degli ambienti di lavoro e l’acquisto di computer per il lavoro agile/smart working dei dipendenti. In questo caso i contributi potevano arrivare a coprire il 40 percento delle spese sostenute dall’azienda, con un tetto massimo rispettivamente di 5.000 e 2.500 euro.

“Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto, con questi aiuti straordinari abbiamo dato un segno di vicinanza a oltre 2.000 famiglie senza dover sospendere l’ordinaria attività dell’Ente. Sicuramente la mole di lavoro è stata straordinaria e vorrei cogliere l’occasione per ringraziare i collaboratori dell’Ebk per l’impegno e la professionalità mostrata. Vorrei anche invitare a consultare il nostro sito dove si possono leggere tutte le prestazioni offerte. Ora, ultimata la prima trance di aiuti stiamo discutendo di ripetere l’iniziativa nei primi mesi dell’anno 2021 ma voglio anche ricordare che le prestazioni dell’Ente bilaterale possono essere elargite solo a coloro che pagano correttamente i contributi Ascom e Covelco nonché quelli dell’Ebk.”, sottolinea il presidente Pellegrini.

Come previsto dal contratto collettivo nazionale, l’EbK è stato fondato a Bolzano nel gennaio 2000 come ente bilaterale territoriale dalle sigle sindacali ASGB commercio, Filcams/CGIL – AGB, Fisascat/SGB-CISL e UILTuCS/UIL – SGK insieme all’Unione commercio turismo servizi, e viene gestito pariteticamente da essi. Ulteriori informazioni sull’Ente bilaterale sono disponibili su www.ebk.bz.it
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

02/08/2021

Gli editori nell’Unione organizzano il Bazar dei libri a Bolzano:

Venerdì 6 agosto iniziano i “saldi estivi” dei migliori libri dell'Alto Adige. In piazza Walther, nel centro di Bolzano, fino al 22 agosto, le pubblicazioni degli editori altoatesini possono essere acquistate tutto il giorno nel grande tendone dei ...
 
 

29/07/2021

L’Unione diventa membro dell'organizzazione Citymarketing Austria

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige è diventata recentemente membro dell'associazione Citymarketing Austria (www.stadtmarketing.eu). “Citymarketing Austria riunisce dal 2009 quasi 70 organizzazioni di marketing locale e urbano dell'Austria ...
 
 

20/07/2021

Gestori di centri fitness dell’Alto Adige: “Abbiamo bisogno di regole eque – come nel resto d’Italia”

Anche dopo che il resto dell’economia altoatesina ha potuto finalmente tornare a un’attività quasi normale, i centri fitness devono ancora lottare contro limitazioni severissime: a provocare la rabbia dei gestori è soprattutto il fatto che, in Alto ...
 
 

13/07/2021

A partire da 16 luglio 4 settimane di saldi estivi in Alto Adige

L’Unione  e la Camera di commercio di Bolzano hanno fissato l’inizio dei saldi estivi in Alto Adige al 16 luglio. La durata dei saldi è di 4 settimane. L’Unione rimane convinta dell’importanza di questo strumento di vendita. “Le svendite di ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Bilaterale Körperschaft des Tertiärsektors

 
T: 0471-310501
E-mail:
Indirizzo: Mitterweg 5, 39100 Bozen