Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
08/06/2021

Distributori: fondo integrativo e cooperazione con la Provincia

In occasione di un recente confronto con i rappresentanti dell’Ufficio provinciale per il commercio e i servizi tenutosi a Bolzano, è stato presentato il progetto di un fondo integrativo per i gestori di distributori di carburante. Come corrispettivo per la responsabilità e i rischi dei gestori di impianti stradali, nel fondo dovrebbe confluire una quota delle accise. Tali imposte vengono generate dalla vendita di carburanti e sono pertanto un’importante fonte di gettito per la Provincia. Sono state inoltre presentate nel dettaglio alcune idee per una futura collaborazione.

Caratteristiche e requisiti
La rete dei distributori dell’Alto Adige è composta da 152 impianti, così suddivisi: 108 sono mandati avanti da gestori, 22 sono gestiti da aziende in possesso del relativo decreto e altri 22 sono gestiti direttamente dalle compagnie petrolifere.
Il fabbisogno locale è pertanto ben coperto da una rete di distributori capillare e ben accessibile. Grazie a queste particolari caratteristiche, i distributori dell’Alto Adige sono disposti a fungere da partner per particolari iniziative a livello provinciale.

Futuri scenari di collaborazione
Le proposte di collaborazione sono concepite in modo tale che alcune possono trovare applicazione rapida, mentre altre richiedono una pianificazione a medio-lungo termine.

Infopoint per turisti
I distributori potrebbero diventare un importante punto di riferimento per i turisti. In effetti è proprio a loro che vengono spesso chieste informazioni stradali e turistiche. Per strutturare meglio questo servizio volontario, potrebbero per esempio essere impiegati degli stand con materiale informativo.

Infopoint per campagne di sicurezza stradale
In passato il Servizio del trasporto pubblico ha più volte richiesto la collaborazione dei distributori. In futuro potrebbero essere promosse direttamente sul posto delle campagne di sicurezza stradale o campagne di protezione civile.
I distributori sono rimasti sempre aperti, anche durante la pandemia, e ciò è stato assai apprezzato. Non solo come fornitori di carburanti, ma anche come punto di riferimento per l’acquisto di oggetti di uso personale e presidi per la disinfezione. La rete potrebbe quindi diventare un punto di riferimento fisso per attività legate alla protezione e gestione di calamità naturali.

Infopoint per progetti sostenibili
Ci sono anche progetti che guardano al futuro: in Svizzera, per esempio, ci sono sistemi di distribuzione di carburante che offrono energia a zero Co2 per il traffico veicolare. La compensazione avviene tramite investimenti in impianti solari. Sarebbe pensabile l’introduzione di un progetto analogo anche per l’Alto Adige.

I gestori di distributori nell’Unione attendono ora un segno concreto e una conseguente offerta da parte dei responsabili provinciali. Gli associati all’Unione saranno tempestivamente informati circa lo sviluppo del tema generale e dei singoli progetti.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

26/08/2020

Differito a settembre l’invio dei corrispettivi per i distributori di carburante

È stato disposto il rinvio al 1° settembre 2020 dell’obbligo di memorizzazione e l’invio telematico dei corrispettivi delle cessioni di benzina e gasolio. La proroga riguarda quegli impianti che, in base alle precedenti disposizioni, avrebbero ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Christine Walzl

Categorie
Segretaria di categoria
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 514
E-mail:
Bozen