Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
17/04/2020

Crisi Coronavirus, rilanciare i consumi

I Giovani nell’Unione: “Rafforzare il potere d’acquisto abbassando l’Iva”

“Rilanciare i consumi per mezzo di un abbassamento delle imposte”: per i Giovani nell’Unione, durante la crisi del Coronavirus, è necessario riavviare il circolo virtuoso dei consumi per tornare a risvegliare i circuiti economici – e bisogna farlo velocemente e in maniera priva di burocrazia.

“Il modo migliore di farlo sarebbe la decisione, da parte dello Stato di abbassare l’Iva per quest’anno, portandola al dieci percento”, propongono il presidente dei Giovani nell’Unione Luca Cantisani e il vicepresidente Philip Platino. “Il potere d’acquisto della popolazione va rafforzato sul breve termine, e sappiamo bene che esiste una correlazione tra pressione fiscale e propensione all’acquisto: più alte sono le tasse tanto minore sono le spese per il consumo.
Tutte le aziende ne approfitterebbero alla stessa maniera, senza vincitori né vinti e senza richieste burocratiche, eccezioni o regolamenti speciali”.

In Italia, inoltre, dovrebbero essere ridotti in misura notevole anche i costi correlati alla retribuzione. “Affinché l’occupazione torni a crescere, questo enorme fattore di costo per le aziende deve essere tagliato. Si tratta di una zavorra che accompagna l’Italia ormai da troppo tempo. Ora è il momento di cambiare radicalmente questa situazione”, precisano i due rappresentanti dei Giovani nell’Unione.

Per Cantisani e Platino, l’aspetto fondamentale della questione è che lo Stato deve reagire più velocemente con misure di sostegno per l’economia e la popolazione. “In questa crisi il fattore tempo ha un ruolo decisivo. E l’attesa è stata fin troppo lunga”, concludono i Giovani nell’Unione.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

20/10/2020

Decisione chiara della Giunta esecutiva: i Mercatini di Natale sono da cancellare

La Giunta esecutiva dell’Unione si esprime con chiarezza contro l’allestimento dei Mercatini di Natale di quest’anno. A deciderlo all’unanimità, dopo una lunga discussione, è stato lunedì, 19 ottobre 2020 il massimo organo rappresentativo ...
 
 

15/10/2020

Laives: per un centro urbano vivo, vitale e attrattivo

A Laives, le molte aziende piccole e a conduzione familiare del commercio al dettaglio, della gastronomia, dei servizi e dell’artigianato, non garantiscono solo la varietà dell’offerta e la vitalità della città, ma soddisfano anche ...
 
 

13/10/2020

“Entusiasmare gastronomia e settore alberghiero per i prodotti e servizi locali”

Anche quest’anno i pasticceri, i panificatori, i prestatori di servizi per eventi e le agenzie viaggi nell’Unione, nonché l’Associazione dei grossisti di bevande dell’Alto Adige, si presentano insieme a Hotel, la ...
 
 

12/10/2020

Calano gli acquisti di domenica

Gli ultimi mesi l’hanno messo chiaramente in evidenza: l’apertura dei negozi alla domenica non è più una necessità, sottolinea l’Unione. “Nelle domeniche aperte non si fanno quasi più acquisti e, ciononostante, le persone vivono ugualmente e sono ...