Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
16/03/2020

Coronavirus: Unione e APA invitano le aziende a considerare le prime misure di sostegno

Il presidente dell’Unione Philipp Moser.
In una nota congiunta l’Unione e l’APA accolgono con favore le rapide misure di sostegno della Cooperativa di garanzia Garfidi. “Soprattutto per le nostre piccole e medie imprese nei settori commercio, artigianato e servizi, si tratta di una prima fondamentale iniziativa a sollievo dell’attuale situazione. Perché le attività devono pur continuare a pagare affitti, merci, forniture o mutui”, affermano il presidente dell’Unione Philipp Moser e il presidente dell’APA Martin Haller.

In concreto Garfidi prevede di approvare le garanzie fino all’80 percento (con riassicurazione del fondo nazionale di garanzia) della somma garantita. In presenza di finanziamenti di massimo 35.000 euro le garanzie possono essere approvate gratuitamente e con un procedimento di approvazione ridotto. Per questo saranno stanziati fino a 35 milioni di euro. Per tutte le altre garanzie e importi maggiori, inoltre, Garfidi imputerà solo il 50 percento dei costi di garanzia risultanti.

“Richiediamo adesso che, da un lato, le aziende sfruttino questa possibilità e, dall’altro, auspichiamo che le banche utilizzino questo strumento per sbrigare le relative pratiche velocemente e senza ulteriore burocrazie”, spiegano entrambi i presidenti.

Moser e Haller si dicono quindi soddisfatti della velocità di introduzione di queste misure di sostegno emanate dalla stessa economica e sostenute dall’assessore provinciale all’economia Philipp Achammer. La Provincia si farà infatti carico dei costi amministrativi. “Le nostre aziende hanno ora bisogno di misure urgenti e di segnali forti che le assicurino di non essere sole”, conclude Achammer.

Le aziende possono ricevere ulteriori informazioni presso i Garfidi point di entrambe le associazioni Unione e APA.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

29/05/2020

Gli ambulanti nell’Unione: “Niente impedisce più la ripartenza”

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige e il Consorzio dei Comuni dell’Alto Adige hanno elaborato insieme delle linee guida per il commercio su aree pubbliche e per i mercati, che dovrebbero servire ad applicare in maniera condivisa i ...
 
 

27/05/2020

“Tutto fermo, difficile garantire la sopravvivenza delle aziende”

Per il settore dei viaggi e degli eventi in Alto Adige, l’attuale crisi è senza precedenti. Le agenzie viaggi e i prestatori di servizi per eventi nell’Unione uniscono le forze per richiedere l’urgente introduzione di misure di sostegno: “In questo ...
 
 

26/05/2020

Gastronomia e ore serali: le regole di comportamento sotto esame

Le attuali regole di comportamento – in primo luogo l’obbligo di mascherina e la distanza interpersonale – sono attualmente sotto esame anche da parte di una serie di centri urbani dell’Alto Adige. Come è naturale, vista anche la stagione, ad ...
 
 

22/05/2020

I mestieri nel settore IT: più visibilità per giovani e studenti

“Caratterizzato dall’innovazione tecnologica mondiale, non esiste un mercato soggetto a cambiamenti tanto rapidi come quello delle tecnologie informatiche – e ciò riguarda anche i percorsi formativi”, afferma il presidente dei prestatori di servizi ...