Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
19/05/2021

Contributo a fondo perduto DL Sostegni

Chiarimenti per distributori di carburante, forfettari e requisiti: l’Agenzia delle Entrate ha fornito ulteriori chiarimenti in merito alle modalità di calcolo, ai soggetti interessati e ai requisiti del contributo a fondo perduto del DL Sostegni. Di seguito i chiarimenti più rilevanti:
  • Distributori di carburante: per verificare il rispetto della soglia di ricavi (10 milioni euro) per l'accesso al contributo i ricavi devono essere considerati i ricavi al netto del prezzo corrisposto al fornitore. Questo criterio è utilizzabile esclusivamente per la determinazione della soglia di ricavi, per calcolare la riduzione del fatturato medio mensile 2019 e 2020 vanno considerate le ordinarie modalità di determinazione del fatturato. Per determinare l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi, occorre quindi determinare l’ammontare complessivo del fatturato e dei corrispettivi realizzati nell’anno 2019 e nell’anno 2020 e a tale importo sommare eventuali aggi relativi alle operazioni effettuate non rilevanti ai fini IVA.
  • Contribuenti forfettari: il calcolo del fatturato va riferito alla data di effettuazione dell'operazione (data della fattura/corrispettivo).
  • Precedenti contributi erogati: i contributi a fondo perduto COVID-19 erogati nel 2020 non concorrono alla determinazione della soglia dei ricavi (10 milioni euro) per l'accesso al contributo del DL Sostegni. Inoltre, non rilevano ai fini della riduzione del fatturato medio mensile e non vanno inclusi tra i ricavi per l'individuazione della percentuale da applicare per determinare il contributo.
  • Promotori finanziari: i soggetti che svolgo attività di promotore finanziario (codice attività 66.19.21) possono fruire del contributo non rientrando tra i soggetti di cui all’art. 162-bis TUIR.
  • Contributo integrativo professionisti: il contributo integrativo esposto in fattura va considerato nel calcolo del fatturato.
Le domande possono essere inoltrate entro il 28 maggio 2021.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

21/07/2021

“Impatriati”: l’estensione del regime agevolato

Il regime speciale per lavoratori c.d. “impatriati” (art. 16 del DLgs. n. 147/2015) prevede una tassazione agevolata dei redditi prodotti dai contribuenti che trasferiscono la residenza fiscale in Italia e che si impegnano a risiedervi per almeno ...
 
 

21/07/2021

Aiuti alle imprese parametrati ai costi fissi

È attivo il servizio di e-government dell’Amministrazione provinciale “COVID-19 – Aiuti alle imprese parametrati ai costi fissi per la presentazione delle istanze per il contributo a fondo perduto. Il servizio online può essere utilizzato solamente ...
 
 

15/07/2021

Contributo Sostegni-Bis “alternativo”

Dal 5 luglio è possibile presentare le istanze per il contributo a fondo perduto c.d. “alternativo” previsto dal DL “Sostegni-Bis” tramite il servizio web presente sul portale Fatture e Corrispettivi; la trasmissione tramite i canali telematici ...
 
 

15/07/2021

Versamenti del modello Redditi 2021 al 15.09 per soggetti ISA e forfettari

Allo studio un ulteriore differimento del termine di versamento del saldo 2020 e del primo acconto 2021 delle imposte sui redditi per i contribuenti interessati dall’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA), compresi quelli ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Consulenza fiscale

Sede: Bolzano
 
E-mail:
Indirizzo: Mitterweg, 5, Bozner Boden, 39100 Bozen