Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
30/11/2020

Caro Babbo Natale, acquista localmente

Il periodo più bello dell’anno è alle porte: luci, risate di bambini, suoni e profumi del Natale… ma quest’anno è tutto diverso. Per molto tempo negozi e mercati locali sono rimasti chiusi, le persone sono potute uscire di casa solo per le emergenze e di spirito natalizio non ne è rimasto molto. Per questo tutti ci auguriamo delle feste all’insegna della normalità, speriamo di poter rivedere i nostri cari, la famiglia e gli amici.

Molti posti di lavoro a rischio

Si spera che, a breve, saranno allentati i limiti ai contatti che hanno rappresentato una grande sfida per tutti, sia nella sfera privata che in quella professionale. La chiusura di negozi e mercati ha causato fatturati record per i giganti online, mentre molti commercianti e prestatori di servizi locali hanno visto messa a rischio la propria attività. Questi effetti della crisi da Covid-19 ci hanno posto di fronte a sfide mai viste prima. È a rischio non solo l’esistenza di innumerevoli negozi, ma anche quella di molti posti di lavoro. Alla fine i negozi hanno potuto riaprire e, passo dopo passo, potrà farlo anche la gastronomia. Tuttavia questo Natale sarà diverso.

La creazione di valore aggiunto rimane in Alto Adige

Ma in ogni crisi si nasconde anche una grande opportunità di cambiamento a lungo termine. Nasce una nuova consapevolezza, molti clienti vogliono aiutare e si mostrano solidali con i commercianti. I prodotti locali, i servizi locali, le aziende locali diventano sempre più importanti. Nascono molte nuove iniziative, come per esempio la carta valore provinciale monni card che, una volta acquistata, può essere utilizzata presso tutte le aziende aderenti.

Centri urbani vivi e vitali

Acquistare localmente non è mai stato tanto importante come oggi! Il denaro, il valore aggiunto, le tasse, tutto rimane in provincia e non va ai grandi agglomerati commerciali in qualche paradiso fiscale. Il nostro commercio, la nostra gastronomia e i nostri prestatori di servizi creano posti di lavoro, assicurano l’esistenza dei nostri paesi e città e contribuiscono a mantenere i nostri centri urbani vivi e vitali! Si tratta del futuro di tutti, per un Alto Adige ricco di vita.

Di qui nascono il motto natalizio e la nuova iniziativa dell’Unione: caro Babbo Natale, acquista localmente
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

20/09/2021

Vivere bene nelle zone rurali

Dal 24 al 25 settembre, il festival “hier und da am Markt- Gut leben im ländlichen Raum” (Qui e là al mercato - Vivere bene nelle zone rurali) avrà luogo in Alta Val Venosta. Il festival del 2021 è sicuramente segnato da 15 mesi di Corona. Anche ...
 
 

30/07/2021

Piattaforma per il rurale, settimana dello sviluppo interno

Il mantenimento dell'attrattiva delle zone rurali e l'uso sostenibile della terra sono gli incentivi della Piattaforma per il rurale. Uno sviluppo interno ragionevole e l'uso di aree liberi sono essenziali per una migliore protezione delle preziose ...
 
 

29/07/2021

L’Unione diventa membro dell'organizzazione Citymarketing Austria

L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige è diventata recentemente membro dell'associazione Citymarketing Austria (www.stadtmarketing.eu). “Citymarketing Austria riunisce dal 2009 quasi 70 organizzazioni di marketing locale e urbano dell'Austria ...
 
 

08/07/2021

In Alto Adige non è estate senza lo shopping serale in paesi e città

Diventate ormai parte integrante del programma estivo dell’Alto Adige, negli anni passati le circa 200 serate di shopping, con il loro vario programma di contorno, hanno animato oltre 30 centri urbani dell’Alto Adige. “Si è trattato sempre di ...