Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
03/01/2019

Barometro IRE autunno 2018 – Commercio al dettaglio

Il clima di fiducia nel commercio al dettaglio altoatesino è positivo e in crescita. Ciò emerge dal Barometro dell’economia dell’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano. Quasi nove imprese su dieci hanno concluso il 2018 con un risultato economico soddisfacente e per quest’anno si prevede un ulteriore leggero miglioramento. Nel settore del commercio e della riparazione di veicoli la fiducia è elevata, con il 95 percento delle imprese soddisfatte della redditività.

Il 2018 è stato un anno positivo per il commercio al dettaglio altoatesino, con l’89 percento degli esercenti che valuta positivamente la redditività conseguita. Tale quota è la più elevata dal 2011 e le attese per il 2019 sono di crescita, con ben il 92 percento delle imprese che confidano di chiudere l’anno in corso con un risultato d’esercizio soddisfacente.
 
Nel 2018 si è registrato un leggero incremento dei fatturati, in parte imputabile all’aumento dei prezzi al consumo. Tale crescita è stata conseguita essenzialmente con la clientela locale, mentre è calato il volume d’affari realizzato con acquirenti di altre province italiane. Le vendite a clienti esteri sono rimaste sostanzialmente stabili. Oltre un terzo dei commercianti segnala comunque un peggioramento della propria situazione competitiva. Anche gli investimenti sono aumentati in misura modesta, con i maggiori incrementi registrati nei comparti dei supermercati e delle farmacie e drogherie. L’occupazione evidenzia uno sviluppo positivo: tra gennaio e novembre 2018 il numero di lavoratori dipendenti nel commercio (incluso quello all’ingrosso) è stato mediamente superiore del 3,0 percento rispetto all’anno precedente. Per il 2019 si prevede ancora una leggera crescita del volume d’affari e dell’occupazione.

Per quanto riguarda le singole branche del commercio al dettaglio, il miglior clima di fiducia si riscontra nel comparto dei supermercati, che evidenzia anche la maggior crescita dei fatturati. Si segnalano invece difficoltà per gli esercizi alimentari specializzati, dove più di un quarto degli operatori segnala una redditività insufficiente.

Nel settore del commercio e della riparazione di veicoli il clima di fiducia è in crescita per il quinto anno consecutivo e si conferma buono, con il 95 percento delle imprese che ha potuto conseguire un risultato d’esercizio soddisfacente nel 2018. La dinamica positiva dei fatturati è attribuibile sia all’aumento della domanda, sia all’incremento dei prezzi di vendita. Anche in questo settore viene però segnalata una crescita dei costi operativi. Le aspettative per il 2019 sono buone per quanto riguarda fatturato e occupazione e quasi tutti gli operatori confidano in una redditività soddisfacente.

Il Presidente della Camera di commercio, Michl Ebner, auspica che la Provincia di Bolzano possa tornare a regolare autonomamente gli orari di apertura degli esercizi: “Il commercio di vicinato è indispensabile, in particolare per le persone meno mobili, e deve essere tutelato. È importante che la regolamentazione del settore sia definita a livello provinciale, in modo da soddisfare al meglio i bisogni dei cittadini.”

“Il commercio al dettaglio – insieme ad altre attività come i servizi, la gastronomia, l’artigianato locale e gli affittacamere – è una componente fondamentale per mantenere vivi, vitali e attrattivi i paesi in Alto Adige. Lo sviluppo delle nostre città e dei nostri paesi deve essere una priorità, per mantenere nel tempo l’elevato valore sociale ed economico di un centro vivo”, sottolinea il Presidente dell’Unione Philipp Moser.
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

26/10/2020

Covid-19, misure più restrittive in Alto Adige

Da lunedì 26 ottobre 2020 e fino a martedì 24 novembre 2020 è in vigore una nuova ordinanza d’urgenza del Presidente della Giunta provinciale (vedi in fondo alla pagina sotto i download) in tutto il territorio provinciale con misure ...
 
 

26/10/2020

Nuova fase con la nuova ordinanza d’urgenza

“La nuova ordinanza d’urgenza della Provincia va nella direzione giusta. Dobbiamo proseguire con l’attività dei tre pilastri economia, lavoro e scuola, seppure in una forma leggermente ridotta. Meglio attenersi ora a regola più ...
 
 

22/10/2020

“Grande preoccupazione!”: L’Alto Adige dichiarata zona a rischio

“Non vorrei pronunciare la parola catastrofe, ma la preoccupazione è sicuramente grande”, questo il primo commento del presidente dell’Unione Philipp Moser circa l’annunciato avvertimento relativo ai viaggi verso l’Alto Adige da ...
 
 

20/10/2020

Decisione chiara della Giunta esecutiva: i Mercatini di Natale sono da cancellare

La Giunta esecutiva dell’Unione si esprime con chiarezza contro l’allestimento dei Mercatini di Natale di quest’anno. A deciderlo all’unanimità, dopo una lunga discussione, è stato lunedì, 19 ottobre 2020 il massimo organo rappresentativo ...