Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
24/10/2018

Ancora pochi giorni: controlli gratuiti in ottobre “Mese della vista”

Campagna di sensibilizzazione degli ottici-optometristi nell’Unione

Il manifesto della campagna.
L’autunno è arrivato, le giornate si accorciano, la luce è sempre più debole e, a volte, insufficiente anche solo per leggere un giornale in salotto. Forse, però, la colpa non è solo della stagione, ma anche di qualche difetto della vista, che renderebbe consigliabile sottoporsi a un’adeguata verifica. E proprio perché è soprattutto in autunno che molte persone si accorgono di avere bisogno di un aiuto alla vista, gli ottici-optometristi nell’Unione hanno scelto ottobre come Mese della vista.

Nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Mese della vista”, le aziende aderenti offrono test della vista gratuiti e offrono informazioni sulle misure di prevenzione ed eventuale correzione dei difetti della vista. Le attività che prendono parte alla campagna sono riconoscibili per il manifesto esposto in vetrina.

Di norma, un peggioramento della vista non insorge dall’oggi al domani. Come la maggior parte dei processi del nostro corpo, anche la vista è soggetta ad alterazioni e cambiamenti. Per questo motivo è facile non accorgersi immediatamente della necessità di utilizzare – per esempio – degli occhiali. “Lo sviluppo fisico nella gioventù, gli sforzi cui sono sottoposti gli occhi in età adulta e il processo di invecchiamento causano delle variazioni funzionali della nostra capacità visiva. E anche l’uso quotidiano e prolungato di computer, tablet e smartphone non è certo benefico per i nostri occhi”, spiega Luca Guerra, presidente degli ottici-optometristi nell’Unione.

“A volte capita che i clienti soffrano di frequenti mal di testa o sensibilità alla luce; la causa di entrambi questi fastidi può spesso essere fatta risalire a una debolezza della vista. In questo caso possiamo contribuire ad aumentare in maniera significativa la qualità della vita”, sottolinea la vicepresidente Elke Dollinger.

Secondo alcuni studi, il 20 percento degli italiani non si è mai sottoposto a un test della vista, e tre italiani su cinque hanno eseguito l’ultimo test oltre tre anni fa. Un italiano su quattro, infine, presenta un difetto della vista non ancora corretto, ricordano gli ottici-optometristi nell’Unione, che consigliano di sottoporsi regolarmente a test della capacità visiva anche se non si utilizzano ancora gli occhiali.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

30/09/2019

“Mese della vista”: controlli gratuiti in ottobre

In ottobre gli ottici-optometristi nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige tornano a organizzare la campagna di sensibilizzazione “Mese della vista”, in occasione della quale le aziende aderenti offriranno controlli gratuiti della vista ...
 
 

13/08/2019

Nuovi segretari di categoria nell’Unione

In seno all’Unione sono insediate 29 categorie professionali, i cui interessi sono tutelati e promossi dall’associazione. Stefan Kuhn, per molti anni segretario di categoria del settore alimentare nell’Unione, ha recentemente raggiunto il meritato ...
 
 

07/12/2018

Intensa attività per gli ottici e optometristi

Nel mese di novembre ci sono state molte iniziative nella categoria ottici-optometristi nell’Unione. L’11 novembre Giancarlo Montani, docente di ottica e optometria presso l’Università del Salento ed esperto rinomato in tutta Italia, è intervenuto ...