Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
01/04/2019

Anche il commercio online deve pagare le tasse

Assemblea mandamentale dell’Unione in Val Pusteria

Numerosi commercianti e prestatori di servizi hanno preso parte all’assemblea mandamentale dell’Unione.
I temi della Geoanalisi, il welfare aziendale e la premiazione degli associati di lunga data sono stai alcuni dei temi al centro dell’assemblea mandamentale dell’Unione tenutasi di recente presso il Castello di Brunico. Alla serata hanno preso parte circa 100 imprenditori del mandamento Val Pusteria.

L’assemblea è stata aperta dal presidente mandamentale dell’Unione Philipp Moser, che ha sottolineato come l’associazione sia impegnata a favore di una soluzione autonoma al problema delle aperture domenicali e festive nel commercio. “A causa della sua particolare struttura commerciale, l’Alto Adige non è paragonabile alle altre regioni italiane. Ecco perché insistiamo per una regolamentazione provinciale per mezzo dello Statuto di autonomia”, ha chiarito Moser. Il presidente mandamentale ha anche ribattuto alla convinzione secondo la quale gli stipendi in ambito commerciale sarebbero particolarmente bassi. La colpa di questa cattiva immagine è della grande distribuzione, nella quale, rispetto al commercio specializzato, non viene impiegato personale qualificato. Moser si è anche espresso a favore di una tassazione nazionale dei giganti del commercio online, che attualmente godono di un vantaggio fiscale nei confronti del commercio stazionario. Ha quindi ringraziato i molti associati attivi a titolo onorario nel mandamento per il loro impegno a favore dei centri urbani e ha ricordato che l’associazione dispone di un nuovo contributo finanziario per sostenere iniziative innovative e in grado di incentivare lo sviluppo dei paesi a lungo termine.

Il vicepresidente dell’Unione Sandro Pellegrini, al contrario, ha ribadito la forza contrattuale dell’associazione nell’ambito delle trattative per i rinnovi dei contratti collettivi del settore. Oltre a ciò, l’Ente bilaterale del terziario (EbK), amministrato pariteticamente da Unione e sindacati, offre una vasta gamma di servizi orientati sia ai datori di lavoro che ai dipendenti.

Il direttore dell’Unione Bernhard Hilpold ha introdotto la principale relazione dell’assemblea dedicata al tema della Geoanalisi in Alto Adige. La Geoanalisi consiste in una cartina digitale dell’Alto Adige in grado di simulare i futuri effetti e fornire previsioni sulle frequenze e sui flussi di passanti, rappresentando in tal modo un affidabile indicatore per l’attrattività di una determinata area geografica, centro urbano o strada commerciale. Queste conoscenze possono essere di grande utilità sia per le amministrazioni comunali, chiamate a prendere decisioni o avviare progetti locali, sia per singole aziende che intendano insediarsi o ampliarsi in un particolare luogo.

Martin Stampfer, capoarea per lo sviluppo urbano nell’Unione, ha illustrato le potenzialità di questo innovativi strumento per mezzo di un esempio concreto in ambito mandamentale. Sono stati analizzati e simulati gli effetti della nuova circonvallazione di Chienes. I risultati principali: l’attuale strada statale che attraversa il paese segnerebbe un calo delle frequenze di 38.884 persone al giorno (meno 79,8 percento). Via Chienes perderebbe tra il 16 e il 18 percento di frequenze (la maggioranza turisti), mentre Casteldarne segnerebbe un meno 50 per cento, Issengo meno 30 percento e San Sigismondo meno 16 percento.

Come buon esempio della vitalità di un’azienda locale, Markus Stocker ha quindi presentato il suo negozio Jack&King a Silandro e l’idea commerciale che lo sostiene. Autenticità e vicinanza al cliente sono i fattori chiave per il successo.

L’assemblea di quest’anno si è chiusa con la premiazione degli storici associati dell’Unione. Sono state premiate le seguenti aziende ovvero associati per 40 anni di iscrizione: Autohaus Moser Sas di Brunico, Edmund Brandlechner/EP-Studio di Monguelfo, Kamenschek Sas di Dobbiaco, Papin Sport Srl di San Candido e Schnaida Snc di Molini di Tures.

Prima della parte ufficiale dell’assemblea, nell’ambito di un aperitivo conviviale, è stato presentato il tema del welfare aziendale. Sabine Mayr, capoarea dell’Unione per il diritto del lavoro e i servizi sindacali, ha informato i presenti circa i nuovi servizi di welfare con i quali le aziende possono ottimizzare i propri vantaggi fiscali con il risultato non solo di incrementare il potere d’acquisto dei dipendenti, ma anche il loro benessere e la loro produttività. “Si tratta di un’interessante innovazione per le aziende, ma anche per i dipendenti, che possono accedere a beni e servizi fiscalmente agevolati nel campo della salute, della previdenza e della formazione dei bambini, sia per loro stessi che per i loro familiari”, ha concluso Mayr.
 
Nella foto gli imprenditori premiati con i vertici dell’Unione.
Il presidente mandamentale dell’Unione Philipp Moser.
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

23/10/2020

Il futuro del commercio su aree pubbliche in grave pericolo

Nell’ultima ordinanza d’urgenza del presidente della Giunta provinciale è previsto che, in materia di mercati di rilevanza comunale, i sindaci possano adottare ulteriori misure restrittive. “I commercianti ambulanti non sono disposti a fare da capro ...
 
 

22/10/2020

“Grande preoccupazione!”: L’Alto Adige dichiarata zona a rischio

“Non vorrei pronunciare la parola catastrofe, ma la preoccupazione è sicuramente grande”, questo il primo commento del presidente dell’Unione Philipp Moser circa l’annunciato avvertimento relativo ai viaggi verso l’Alto Adige da ...
 
 

20/10/2020

Decisione chiara della Giunta esecutiva: i Mercatini di Natale sono da cancellare

La Giunta esecutiva dell’Unione si esprime con chiarezza contro l’allestimento dei Mercatini di Natale di quest’anno. A deciderlo all’unanimità, dopo una lunga discussione, è stato lunedì, 19 ottobre 2020 il massimo organo rappresentativo ...
 
 

19/10/2020

Regola 1/5: limitazione del numero di clienti nei negozi

Dato l’aumento dei controlli e delle sanzioni da parte delle autorità, ricordiamo ai nostri associati che, negli ambienti commerciali, è permesso ammettere solo un numero limitato di clienti. La regola da seguire è quella 1/5 (5 metri quadrati per ...