Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
29/07/2020

A partire da sabato 1° agosto 4 settimane di saldi estivi in Alto Adige

L’Unione: “Rimangono un importante strumento di vendita”

A causa dell’attuale situazione straordinaria, la Conferenza delle Regioni italiane e delle Province Autonome aveva deciso che i saldi di fine stagione estiva cominceranno in tutta Italia con la data del 1° agosto.

L’Unione e la Camera di commercio di Bolzano avevano accolto la proposta e fissato di conseguenza l’inizio dei saldi estivi in Alto Adige al 1° agosto (e non più, come in precedenza, il 17 luglio). La durata dei saldi è di 4 settimane.

L’Unione rimane convinta dell’importanza di questo strumento di vendita. “Le svendite di fine stagione con date fisse mantengono, come in passato, la loro grande importanza e vanno conservati: da un lato le aziende commerciali hanno un efficace strumento per liberare i magazzini; dall’altro i clienti ricevono un messaggio chiaro, cioè che, in questo periodo, le rimanenze vengono vendute a prezzi vantaggiosi”, afferma il presidente dell’Unione Philipp Moser.

“Le date fisse creano un altro vantaggio per i clienti, che godono di maggiore trasparenza e chiarezza. Non da ultimo, in questo periodo si crea una posizione di equilibrio tra piccole e grandi aziende commerciali, indipendentemente dall’investimento in pubblicità”, sottolinea il presidente dell’Unione.

Nei 15 Comuni e località turistiche di Tires, Castelrotto, Ortisei, Santa Cristina, Selva Gardena, Renon, Marebbe, San Martino in Badia, La Valle, Badia, Corvara, Stelvio, Maso Corto, Resia e San Valentino alla Muta, invece, i saldi estivi prenderanno il via sabato 15 agosto.
 
presidente dell’Unione Philipp Moser
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

07/05/2021

I librai nell’Unione: “Una brutta notizia per famiglie e scuole”

I librai nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige criticano i tagli previsti per il settore della formazione. Da un lato, infatti, i mezzi finanziari messi a disposizione delle scuole nel bilancio provinciale 2021 per i libri in prestito ...
 
 

06/05/2021

Un anno senza acquisti la domenica ha dimostrato il proprio valore

In Alto Adige è quasi passato un anno dal ritorno della regolamentazione delle aperture domenicali e festive nel commercio, come ricorda l’Unione. “Questi mesi l’hanno mostrato con chiarezza: l’apertura dei negozi alla domenica non è più una ...
 
 

04/05/2021

Infinity Campus – Stimoli internazionali per addetti al marketing e creativi

Per i creativi altoatesini e per tutti gli specialisti del marketing si aprirà a breve una possibilità unica per ottenere stimoli e ispirazioni da specialisti di livello globale. A partire dal 12 maggio otto protagonisti della creatività ...
 
 

03/05/2021

I produttori di alimentari con commercio al dettaglio fanno fronte comune

I produttori di alimentari altoatesini con commercio al dettaglio uniscono le proprie forze in seno all’Unione con l’obiettivo di garantire un’efficace rappresentanza di interessi alle molte aziende attive in questo settore. “In questo comparto ...