08/05/2020

“Mio - Tuo - Nostro Territorio Alto Adige”

“I punti di forza delle nostre numerose aziende locali, del commercio e dei servizi, molte delle quali piccole e a gestione familiare, sono sempre stati la vicinanza alla clientela, la consulenza competente e l’assistenza personale. Questi valori aggiunti sono sempre più importanti – tanto più in questo periodo – e la popolazione comincia ad apprezzarli come meritano”, affermano il presidente dell’Unione Philipp Moser e il vicepresidente Sandro Pellegrini riferendosi all’attuale situazione.

“Ciò che è accaduto nelle scorse settimane ha dell’incredibile. Un urrà va anche a queste aziende presenti in tutte le località dell’Alto Adige in maniera capillare, a un livello tale che altre regioni possono solo sognare. In tutti i comuni abbiamo aziende del commercio e dei servizi. Immaginiamo per un attimo cosa succederebbe se non avessimo più aziende locali nei nostri centri urbani”, ribadisce il presidente dell’Unione. Nel Tirolo del Nord, per esempio, 57 Comuni (dieci dei quali con oltre 1.000 abitanti) non hanno più nemmeno un negozio.

Sulla base di queste particolarità dell’Alto Adige, che non vanno in nessun modo date per scontate, e con l’apertura di tutte le aziende l’Unione commercio turismo servizi Alto Adige organizzerà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi una grande iniziativa di sensibilizzazione provinciale dal titolo “Mio - Tuo - Nostro Territorio Alto Adige”. “L’obiettivo è attirare l’attenzione della popolazione verso tutti i vantaggi economici e sociali della presenza in Alto Adige di centri urbani attivi, nonché dell’utilità dei circuiti locali e dei molti posti di lavoro”, chiarisce il vertice dell’Unione.

La visione dell’Unione è chiara: “Innalzare la qualità della vita in Alto Adige tramite uno sviluppo economico mirato di luoghi e città”. Una parte di questa visione è il tema “acquistare in loco”, senza dimenticare però l’utilizzo dei più diversi servizi in loco e la creazione di occupazione.

Nel suo ruolo di promotrice dello sviluppo urbano e territoriale, l’Unione persegue da sempre l’obiettivo di essere centro di competenza per lo sviluppo delle città, dei centri storici, dei quartieri e dei paesi dell’Alto Adige. In questo senso, oltre al commercio al dettaglio, ricoprano un ruolo fondamentale per i centri urbani anche altre attività imprenditoriali come nei settori servizi, gastronomia e artigianato locale, in grado di aumentare le frequenze in loco.

L’iniziativa di sensibilizzazione sarà realizzata in collaborazione con la Camera di commercio e con la Provincia. Ulteriori informazioni e il video che spiega l‘iniziativa su: www.territorio.bz.it
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

30/11/2021

Shopping d’Avvento: “Il fascino del Natale – Brunico” con grande gioco a premi

Come speciale iniziativa per sostenere la vitalità del centro storico di Brunico, durante l’Avvento di quest’anno, il locale gruppo comunale dell’Unione in collaborazione con l’associazione turistica di Brunico e i partner Cassa Raiffeisen Brunico ...
 
 

29/11/2021

L’Unione organizza visite aziendali per studenti con background migratorio:

Tra i progetti per i giovani dell’Unione sono comprese anche le visite aziendali per giovani e studenti. In questo campo l’associazione intende porsi come punto di contatto tra futuri professionisti e locale mondo del lavoro. “Il commercio, i ...
 
 

24/11/2021

Gestori di centri fitness e aziende del settore salute: “Perso più del 50 percento del fatturato”

Dopo che, nelle scorse settimane e mesi, molte aziende dell’economia altoatesina avevano potuto tornare a una situazione di quasi normalità, le palestre e i centri fitness sono ancora costrette a lottare contro estese limitazioni e gravi difficoltà ...
 
 

24/11/2021

Nei Comuni rossi i negozi sono ancora aperti

Come noto, secondo la recente ordinanza, per 20 Comuni dell’Alto Adige saranno in vigore regole più severe almeno fino al 7 dicembre. L’Unione commercio turismo servizi Alto Adige sottolinea però espressamente che, in questi Comuni, tutte le aziende ...