Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
07/03/2018

“Grande traguardo per i prestatori di servizi per eventi altoatesini”

I prestatori di servizi per eventi nell’Unione rappresentati nella Commissione provinciale per i pubblici spettacoli

La presidente dei prestatori di servizi per eventi nell’Unione Katrin Trafoier
È stata di recente nominata la nuova Commissione provinciale per i pubblici spettacoli. La commissione di esperti, che rimarrà operativa fino al 2022, è chiamata a valutare eventi pubblici, a eseguire verifiche di conformità e a decidere dell’organizzazione e della gestione di eventi e manifestazioni.

Tra i prestatori di servizi per eventi nell’Unione, un rappresentante dei quali è stato chiamato per la prima volta a fare parte della commissione, la soddisfazione è molta. “Questa nomina rappresenta per noi un forte segnale di riconoscimento della nostra categoria e della professionalità del nostro lavoro”, spiega la presidente dei prestatori di servizi per eventi nell’Unione Katrin Trafoier. “Grazie alla nostra esperienza e al nostro know how possiamo collaborare con efficienza all’attività di questa commissione tecnica dando un contributo significativo”. Quale membro effettivo per il settore del management degli eventi è stato nominato il vicepresidente dei prestatori di servizi per eventi nell’Unione Oskar Stricker; il suo eventuale sostituto è invece il membro del Direttivo Marco Buraschi.

Di recente si è anche tenuto un incontro tra la presidente della Commissione, la direttrice dell’Ufficio provinciale prevenzione incendi, Arianna Villotti, e una delegazione dei prestatori di servizi per eventi nell’Unione. Scopo dell’incontro era la definizione dei primi punti di intervento. Dopo il colloquio la presidente Trafoier si è detta ottimista che, con l’insediamento della nuova commissione, siano state create le premesse per condividere le decisioni relative all’organizzazione di un evento con tutti i soggetti coinvolti.

L’obiettivo della categoria è il dialogo con gli interlocutori e i decisori nella pubblica amministrazione, con gli organizzatori degli eventi, le associazioni, gli enti e il mondo economico. “Con la nostra presenza in commissione abbiamo sicuramente fatto enorme passo avanti in questa direzione”, conclude la presidente Trafoier.

La categoria dei prestatori di servizi per eventi nell’Unione è stata istituita nel 2012. Al suo interno si sono riuniti imprenditori dei settori event management, security, tecnica per eventi, comunicazione di eventi e catering. Nel frattempo si sono aggiunti anche gli organizzatori di eventi, così da ottenere una maggiore forza per la realizzazione degli obiettivi comuni.

Prestatori di servizi per eventi nell'Unione
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

08/11/2019

Approvato il nuovo Ordinamento del commercio

L’Unione accoglie con favore l’approvazione, da parte del Consiglio provinciale, del nuovo Ordinamento sul commercio. “Si tratta di una pietra miliare e di un’ulteriore conferma della filosofia altoatesina in ambito commerciale, in grado anche di ...
 
 

06/11/2019

Matinée autunnale degli agenti e rappresentanti nell’Unione

Anche quest’anno la Matinée d’autunno degli agenti e rappresentanti di commercio, tenutasi di recente presso la sede principale dell’Unione a Bolzano, ha costituito un’utile piattaforma per lo scambio di opinioni ed esperienze tra colleghi. Il tema ...
 
 

29/10/2019

Laives: per un centro urbano vivo, vitale e attrattivo

A Laives, le molte aziende del commercio al dettaglio, piccole e a conduzione familiare, non garantiscono solo il commercio di vicinato, ma contribuiscono anche a una migliore qualità della vita e soddisfano un’importante funzione sociale. Per ...
 
 

22/10/2019

Commercio online e ambiente: le restituzioni dovrebbero avere un costo

Tonnellate di rifiuti da imballaggi ed elevate emissioni di CO₂: il commercio online è indicato come responsabile di un grande numero di inquinanti per l’ambiente. “Non bisogna meravigliarsi: nel settore della vendita di abbigliamento online il ...