Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
11/06/2020

“Facilitazioni per il commercio e la gastronomia in Alto Adige”

L’Unione predispone regole di comportamento meno rigide per clienti e ospiti

Per la fase della ripartenza l’Unione ha messo in piedi tutta una serie di facilitazioni per il commercio e la gastronomia in Provincia di Bolzano.

“La Giunta provinciale ha accolto le nostre proposte e le ha incluse nelle relative ordinanze e delibere. Si tratta in primo luogo dell’applicazione di regole di comportamento meno rigide per clienti e ospiti delle singole aziende, che dovrebbero quindi facilitare la ripresa della normalità”, commenta soddisfatto il presidente dell’Unione Philipp Moser.

L’Unione indica alcuni esempi, primo tra i quali la nuova regola del metro di distanza: non esiste più, infatti, l’obbligo generico di indossare una protezione delle vie aeree, a meno che non ci si trovi a meno di un metro di distanza da una persona non convivente. Anche nella gastronomia vige ora questa regola e va rispettato il limite del metro di distanza in tutti i posti a sedere e in piedi.

Oltre a ciò, come protezione per naso e bocca possono essere utilizzate mascherine chirurgiche e mascherine lavabili di stoffa (anche fatte in casa).

Per quanto riguarda i clienti dei negozi di alimentari, l’utilizzo dei guanti usa e getta è obbligatorio solo nell’acquisto di alimentari sfusi.

“La ripartenza è legata a molte facilitazioni, anche a quelle più piccole, che vanno introdotte in sequenza affinché clienti e ospiti possano tornare a sentirsi a proprio agio negli acquisti e nelle consumazioni effettuate nei nostri centri urbani. In questo modo sarà possibile tornare a gustare queste esperienze e riconquistare almeno un po’ della qualità della vita persa in questi mesi”, conclude Moser.

 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

18/05/2021

Traguardo su Facebook: Grazie a tutti!

Un nuovo traguardo su Facebook. L’Unione ringrazia tutti i suoi follower su Facebook per averle permesso di raggiungere un nuovo importante traguardo. Sul social sono infatti ben 8000 le persone a seguire i ...
 
 

14/05/2021

Eventi Covid Safe in Alto Adige

Affinché sia subito possibile organizzare eventi in Alto Adige, l’Unione commercio turismo servizi Alto Adige e l’Eurac hanno collaborato per elaborare insieme un progetto chiaro e allo stesso tempo semplice. In questi giorni il presidente ...
 
 

07/05/2021

I librai nell’Unione: “Una brutta notizia per famiglie e scuole”

I librai nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige criticano i tagli previsti per il settore della formazione. Da un lato, infatti, i mezzi finanziari messi a disposizione delle scuole nel bilancio provinciale 2021 per i libri in prestito ...
 
 

06/05/2021

Un anno senza acquisti la domenica ha dimostrato il proprio valore

In Alto Adige è quasi passato un anno dal ritorno della regolamentazione delle aperture domenicali e festive nel commercio, come ricorda l’Unione. “Questi mesi l’hanno mostrato con chiarezza: l’apertura dei negozi alla domenica non è più una ...