Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
16/04/2015

I Giovani nell'Unione eleggono il nuovo direttivo

Scambio reciproco in rete

Il neoeletto direttivo dei Giovani nell’Unione (da sin.): Monika Unterthurner, Christian Giuliani, Martin Psenner, Nadia Micheli, Johannes Winkler e Philip Platino
Il gruppo Giovani nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige ha recentemente rinnovato il proprio direttivo. Christian Giuliani (Pro Fire, Bolzano) è stato eletto alla presidenza. Johannes Winkler (Südtiroler Wollwelt, Lana) è stato eletto vicepresidente. Gli altri membri del direttivo sono Nadia Micheli (Got ya Kids e morgenrot, Caldaro), Philip Platino (Platin Lux, Postal), Martin Psenner (Panificio Psenner, Naturno) e Monika Unterthurner (Alimentari Unterthurner, Naturno). Il nuovo direttivo rappresenterà gli interessi dei propri iscritti con rinnovato impegno e nuove idee. La rete di contatti già esistente sarà ulteriormente ampliata.

“Soprattutto i giovani imprenditori – afferma il neoeletto presidente Christian Giuliani – sono invitati a sviluppare nuove idee di come, in futuro, sarà possibile far funzionare l’economia. Con i nostri iscritti attivi nei più diversi settori, sosteniamo lo scambio reciproco per stringere contatti professionali e sociali. Inoltre ci impegniamo a favore di maggiori incentivi e migliori condizioni generali per l’imprenditoria giovane”.

Per quest’anno i Giovani nell’Unione si sono posti numerosi obiettivi. L’iniziativa Dolomiti Unesco, recentemente premiata, troverà la sua concretizzazione, così come saranno organizzate molte iniziative di formazione e visite in azienda. Di particolare importanza è il reciproco scambio. Per questo motivo i Giovani imprenditori organizzano incontri su base regolare. Un tema che occupa particolarmente i Giovani nell’Unione è la conciliazione tra lavoro e famiglia. “La domanda che si pongono oggi molti giovani genitori – spiega Giuliani – è come riuscire ad armonizzare la vita familiare con quella professionale. Grazie al confronto con altri imprenditori è possibile raccogliere e scambiare molte preziose esperienze in merito. Insieme, quindi, saranno elaborate delle proposte e trovare le soluzioni ai problemi più frequenti”.

Al gruppo Giovani nell’Unione possono aderire gratuitamente tutti gli imprenditori e dirigenti di aziende associate all’Unione che non abbiano ancora compiuto 40 anni. “La nostra associazione – conclude il vicepresidente Johannes Winkler – ha bisogno di imprenditori giovani e motivati per portare avanti le nostre richieste. Tutti gli interessati possono farsi avanti”.

Giovani nell'Unione
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

20/02/2019

La Giunta esecutiva incontra l'assessore Achammer

I membri della Giunta esecutiva, il massimo organo associativo dell’Unione, si sono recentemente incontrati per la prima volta con il nuovo assessore provinciale al commercio e servizi Philipp Achammer. All’ordine del giorno erano presenti diversi ...
 
 

11/02/2019

Commercio online: necessaria più parità di trattamento fiscale

Secondo una recente ricerca dell’Istituto provinciale di statistica ASTAT, con il 47 percento, la quota di acquirenti online in Alto Adige è inferiore a quella della maggioranza dei paesi UE, in particolare della vicina Austria (60 percento). Va ...
 
 

01/02/2019

Aperture domenicali e festive: soluzione altoatesina

Il nuovo Disegno di legge dei due partiti di governo in materia di aperture domenicali e festive nel commercio al dettaglio è arrivata in questi giorni alla competente commissione Attività produttive della Camera e sarà ora oggetto di discussione ...
 
 

31/01/2019

L’Unione presenta il nuovo strumento della Geoanalisi

Un centro commerciale in Alto Adige, che impatto avrebbe sul circondario, sullo sviluppo di una città, un paese o un quartiere? E quali effetti avrebbe, per esempio, la costruzione di una nuova circonvallazione o di un altro grande progetto sulle ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott.ssa Petra Blasbichler

Segretaria di categoria, collaboratrice sviluppo centri urbani
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 318
E-mail: