Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
14/06/2018

Cos’è un concept store? La Giovane economia dell’Alto Adige risponde

Da sin. Angelika Springeth (SBJ), Andreas Mair, Jasmin Mair (UVS), Martin Weger, Jasmin Fischnaller (Giovani artigiani), Markus Stocker, Johannes Winkler (Giovani nell’Unione), Vera Vorhauser, Hannes Gamper (HGJ), Valentina Maggio e Wilhelm Haller (SBJ).
Concept store, un concetto che, negli ultimi tempi, si sente sempre più spesso. Ma cos’è di preciso un concept store? Come funziona? E soprattutto: questo tipo di vendita può essere una chance per il futuro? Nell’ambito del cocktail estivo 2018, tenutosi di recente presso la sede principale dell’Unione, la Giovane economia dell’Alto Adige ha provato a dare una risposta a queste domande. L’atmosfera rilassata dell’evento ha contribuito a incentivare lo scambio tra i giovani imprenditori di tutti i settori economici.

Un concept store è un negozio nel quale due o più offerte, apparentemente opposte, condividono gli spazi commerciali. In questo modo, per esempio, una libreria che includa un piccolo bar può sicuramente essere un concept store, così come uno studio di tatuaggi corredato di negozio di pelletteria. Nell’ambito dell’evento sono stati presentati alcuni esempi di questa particolare “convivenza” commerciale.

Markus Stocker ha presentato la barberia “Jack&King” di Silandro, nella quale sono disponibili anche articoli di moda maschile e accessori, ma anche un piccolo bar. Vera Vorhauser ha invece raccontato della sua boutiquecafe “Gius La Nonnaglück” di Caldaro, un piccolo locale per brunch nel quale è però possibile acquistare anche articoli di moda, accessori per la casa e addirittura mobili. Martin Weger dell’Oberhaslerhof di Scena ha presentato la sua azienda. Il giovane titolare, al quale era venuta l’idea di vendere in maniera creativa i prodotti del suo maso, ha creato il “Regiomat”, che offre a escursionisti e ospiti la possibilità di gustare diversi prodotti per l’intera giornata. Valentina Maggio, capoarea della Consulenza aziendale nell’Unione, ha infine toccato temi quali i requisiti professionali, la necessità di trovare spazi adeguati e l’analisi del potenziale economico del progetto. La serata è stata moderata da Andreas Mair, direttore del Südtiroler Wirtschaftsring SWR.

Della Giovane economia dell’Alto Adige fanno parte i rappresentanti delle seguenti organizzazioni giovanili: Giovani nell’Unione, Giovani albergatori, Giovani artigiani APA, Giovani agricoltori e Giovani imprenditori in Assoimprenditori. Insieme rappresentano la voce dei giovani imprenditori dell’Alto Adige, rappresentano gli interessi della categoria, rafforzano lo scambio interpersonale, trattano temi strategici e lavorano insieme per orientare il futuro.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

20/05/2019

Giovani nell’Unione invitano all’aperitivo

I Giovani nell’Unione invitano venerdì, 31 maggio, a un aperitivo conviviale presso il rooftop bar di Thaler Bistro a Bolzano. L’evento prende il via alle ore 19.00. Networking con altri giovani imprenditori è al centro dell’attenzione. Il Direttivo ...
 
 

12/04/2019

#mybusiness and #myideas: Markus Giersch si presenta

La telefonia mobile è uno dei mercati di maggiore crescita negli ultimi decenni. Sebbene oggi sia possibile comunicare in tutto il pianeta, il contatto tra società telefoniche e clienti è spesso sorprendentemente impersonale. Come primo operatore ...
 
 

08/04/2019

La Giovane Economia fissa le priorità

La carenza di personale qualificato, il ricambio generazionale e la digitalizzazione sono i temi prioritari fissati dalla Giovane Economia Alto Adige per il prossimo anno.

Quest’anno la presidenza è passata a Jasmin Mair come ...
 
 

21/09/2018

Alto Adige 2033: la tavola rotonda

In quale direzione si svilupperà l’economia dell’Alto Adige nei prossimi 15 anni? Questo è quanto si sono chiesti di recente i rappresentanti della Giovane economia dell’Alto Adige. In occasione della tavola rotonda di quest’anno, alla quale hanno ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott.ssa Petra Blasbichler

Segretaria di categoria, collaboratrice sviluppo centri urbani
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 318
E-mail: