Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Menu
 
 
 
 
17/04/2015

Stesso lavoro, stesso stipendio

Si terrà il 17 aprile la sesta edizione dell’Equal Pay Day, quest’anno all’insegna del motto “Il lavoro familiare non pagato”. Insieme ad altre associazioni economiche, il gruppo Donne obiettivo Unione richiama l’attenzione sull’iniziativa provinciale dedicata a sottolineare le ancora residue differenze di retribuzione tra uomini e donne. A parità di lavoro le donne ricevono il 17 percento in meno di stipendio devono spesso fornire prestazioni più elevate rispetto ai colleghi maschi.

Come già in passato le donne si fanno carico della maggior parte del lavoro casalingo, fatto che ribadisce come, anche in Alto Adige, la suddivisione dei ruoli tra uomo e donna sia ancora caratterizzata da un modello tradizionale. Questa iniqua distribuzione si riflette negativamente sulle chance professionali delle donne e ha come conseguenza un reddito più basso e una minore pensione.

L’Equal Pay Day dovrebbe attirare l’attenzione su questo importante tema e sostenere le donne nell’ottenimento di una più corretta ed equilibrata suddivisione del lavoro domestico, dell’assistenza ai bambini e degli anziani.

Donne obiettivo Unione
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

18/07/2018

Caricare e trasportare le merci nel modo giusto

A partire dal 20 maggio scorso gli organi di polizia preposti ai controlli stradali possono verificare il corretto fissaggio del carico sui camion, per accertarsi che non si sposti durante la marcia. Lo prevede il decreto del Ministero delle ...
 
 

17/07/2018

Sicurezza sul lavoro: corsi di primo soccorso

La sicurezza sul posto di lavoro è un tema di grande importanza, e come tale dovrebbe anche essere considerato. In questo campo l’Unione offre numerosi corsi di formazione. A seconda del settore e della posizione è obbligatorio frequentare e ...
 
 

13/07/2018

"Abbiamo bisogno di strumenti che sostengano la flessibilità"

In un recente intervento al Senato di Roma, il ministro dello sviluppo economico Luigi di Maio ha aperto alla possibilità di reintrodurre i cosiddetti “voucher”, usati negli anni passati quale forma di pagamento del lavoro accessorio. Aboliti lo ...
 
 

13/07/2018

Pacchetto europeo sull’igiene, i corsi in settembre

L’Unione organizza diversi appuntamenti formativi dedicati al pacchetto europeo sull’igiene. Il Regolamento CE 852/2004 prevede infatti che “gli operatori del settore alimentare devono assicurare che gli addetti alla manipolazione degli alimenti ...
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Christine Walzl

Segretaria di categoria
Sede: Bolzano
T: 0471 310 514
M: 335 561 28 91
E-mail:
Bozen