Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
03/07/2020

#ripartire significa anche shopping serale in Alto Adige

L’Unione: “Centri urbani vivi e attrattivi anche d’estate”

Diventati ormai parte integrante del programma estivo dell’Alto Adige, negli anni passati le circa 200 serate di shopping, con il loro vario programma di contorno, hanno animato un quarto dei centri urbani dell’Alto Adige. “Si è trattato sempre di un’offerta assai varia e in grado di presentare al meglio, a residenti e ospiti, i nostri paesi e città così pieni di vita e attrattività”, sottolinea il presidente dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige Philipp Moser.

Ora è il momento di ripartire. I molti negozi specializzati, piccoli e a conduzione familiare, ma anche le aziende della gastronomia presenti nei centri urbani, sono sempre stati un vero e proprio motore trainante. “Disponiamo ancora di centri urbani vitali e di un commercio di vicinato intatto. Un patrimonio che non possiamo lasciarci sfuggire senza reagire – con la collaborazione di tutti: aziende, politici, amministratori comunali, operatori turistici”, spiega Moser.

“Quando si tratta di rendere sempre più attrattivi, vivi e vitali i nostri paesi, centri urbani, centri storici o quartieri, è nostro compito contribuire in maniera determinante a questo obiettivo. In questo senso, oltre al commercio al dettaglio, giocano un ruolo fondamentale anche le altre aziende locali nei settori gastronomia, servizi, affitti privati e artigianato”, chiarisce Moser. Centri urbani vitali con elevate frequenze incrementano i circuiti economici locali. Paesi e città ben funzionanti sono, allo stesso tempo, la base per aziende di successo ed elevate qualità della vita.

In questi giorni e settimane aprono la rassegna delle serate di shopping località in tutta la provincia come Appiano, Caldaro, Lana, Brunico o Corvara – anche se, a causa delle norme Covid, senza grandi eventi di contorno. “Le nostre aziende stanno facendo vedere coraggio e forza di volontà. Il loro obiettivo è ripartire, e ciò significa anche shopping serale e prolungamento degli orari d’apertura in estate”, sottolinea ancora il presidente dell’Unione, che invita la popolazione altoatesina a godere dell’occasione per compiere qualche acquisto o anche fare una semplice passeggiata nelle località.
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

30/11/2020

Black Monday” in Alto Adige - Appello dell’Unione: “Acquistare localmente”

I numeri relativi a Black Friday e Cyber Monday lo dimostrano chiaramente: a fronte di una crescita degli affari online, si registra un calo delle frequenze dei clienti nei negozi. Nella sola Baviera, in questi due giorni, il commercio online ha ...
 
 

28/11/2020

Dal 30 novembre riaprono alcune attività

Il presidente della Giunta provinciale Arno Kompatscher ha sottoscritto l’ordinanza d’urgenza n. 73. Le principali misure:

- L’intero settore del commercio al dettaglio può riaprire a partire da lunedì, 30 novembre.
 
 

27/11/2020

“Black Monday” in Alto Adige: Cosa succederebbe se si spegnesse la luce nei negozi?

Lunedì, 30 novembre, in Alto Adige, è il “Black Monday”. Con questa iniziativa, l’Unione intende attirare l’attenzione della collettività sul significato del commercio nelle città, nei quartieri e nei paesi e mostrare cosa ...
 
 

26/11/2020

Live stream dell’Unione: Commercio online e condizioni generali di vendita

Martedì, 1 dicembre dalle ore 13:00 alle 13:30 si svolgerà in via esclusiva per tutti gli associati all'Unione il livestream in lingua tedesca dal titolo "Commercio online e condizioni generali di ...