Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Menu
 
 
 
 
11/10/2018

Merano: aperture domenicali e festive nel commercio e mobilità urbana

L’Unione: sì al nuovo regolamento e a proposte per una mobilità sostenibile

Un vantaggio esclusivo per i soci
Alcuni dei membri del Direttivo comunale con il presidente dell’associazione Philipp Moser (2° da sin.): Georg Hager, Peter Wenter, il fiduciario comunale Joachim Ellmenreich, Maximilian Pichler, Klaus Raffeiner, Fabio Rizzi e Patrizia Pircher (da sin.).
Il Direttivo comunale dell’Unione si è recentemente occupato di due temi e problematiche di grande attualità a Merano e, in occasione di diversi incontri, ha presentato le richieste e le proposte degli imprenditori. “Alla luce dei recenti avvenimenti ci siamo occupati intensamente della questione delle aperture domenicali e festive nel commercio”, spiega il fiduciario comunale dell’Unione Joachim Ellmenreich. A questo proposito il presidente dell’Unione Philipp Moser ha presentato al Direttivo comunale la proposta dell’associazione in materia.

I membri del Direttivo considerano la soluzione che prevede un massimo di 12 aperture domenicali ovvero festive all’anno perlopiù positiva, perché tiene conto anche delle esigenze di una città di cultura e turismo come Merano. “Potremmo sicuramente conviverci con tranquillità. Del resto non sono molte le aziende che tengono aperto di domenica per tutto l’anno. Questo regolamento va sicuramente incontro alle piccole e medie imprese e ai loro collaboratori. E i clienti ricevono un messaggio chiaro”, aggiunge Ellmenreich.

Per quanto riguarda l’altro tema di attualità, cioè il traffico e la mobilità, una soluzione deve essere trovata in accordo con tutti gli interessati. “La raggiungibilità delle nostre aziende deve essere garantita per tutti i clienti. La situazione attuale non è sostenibile; serve un migliore coordinamento, perché il caos non è di aiuto a nessuno”, ribadisce l’Unione.
 
In occasione di un incontro con l’assessora comunale Madeleine Rohrer e con Stefano Ciurnelli, l’ingegnere incaricato dell’elaborazione del piano del traffico, l’Unione ha illustrato la propria posizione per un calo del traffico sostenibile.

“Della nostra proposta fanno parte l’elettrificazione degli autobus di linea urbani, la realizzazione del centro mobilità presso la stazione ferroviaria, la costruzione della circonvallazione Nord-Ovest compresa di garage in caverna, la realizzazione del collegamento via funivia o simile con Scena e Tirolo e il relativo collegamento con il centro della mobilità, parcheggi di raccolta presso gli accessi alla città in accordo con i Comuni limitrofi e un buon collegamento col centro nonché la realizzazione del centro logistico per una consegna di merci ad aziende e privati più attenta all’ambiente”, elenca il fiduciario comunale.

Al posto di aprire Corso Libertà al traffico dei mezzi pubblici, dovrebbe essere presa in considerazione la possibilità per gli autobus di girarsi in piazza Rena, come da tempo richiesto dall’Unione. Questa variante garantisce un collegamento diretto dei visitatori e dei residenti, specialmente della città vecchia superiore e del rione Steinach senza mettere in discussione la zona pedonale di Corso Libertà. La realizzazione di un parcheggio per confinanti presso l’ex parcheggio Kallmünz va nella stessa direzione.

“Al contrario, il cosiddetto road pricing proposto da una parte politica – un pedaggio per la viabilità di pendolari e visitatori – lo rifiutiamo categoricamente. La città e i Comuni limitrofi formano un tutt’uno. Che bisogni pagare solo ed esclusivamente per visitare la città non è la strada giusta”, conclude Ellmenreich.
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott. Walter Zorzi, MS

Caposede Merano/Burgraviato
Sede: Merano
T: 0473 272 521
M: 337 1608 154
E-mail:
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

19/10/2018

Chiusura anticipata dei tavolini all’aperto in centro storico a Bolzano

Questa settimana, in seno alla Commissione consiliare per le attività economiche del Comune di Bolzano, è stato presentato un nuovo progetto che prevede la chiusura serale anticipata dei tavolini esterni dei locali del centro storico. La proposta ...
 
 

19/10/2018

Merano: arredo urbano e illuminazione natalizia

Il Direttivo comunale di Merano dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige si è occupato in questi giorni dei temi dell’arredo urbano e delle luminarie natalizie. “In occasione di diversi incontri con i rappresentanti di Comune e Azienda di ...
 
 

18/10/2018

Commercio al dettaglio nelle zone produttive: Ordinanza della Corte Costituzionale

La Corte Costituzionale a Roma ha diffuso, in questi giorni, l’ultimo atto formale relativamente al processo contro le norme altoatesine sulla limitazione del commercio al dettaglio nelle zone produttive. “Come è noto, la suprema corte era stata più ...
 
 

17/10/2018

Festa di conclusione dell’apprendistato dei panificatori

Nell’ambito della Fiera “Hotel” si è tenuta oggi (mercoledì 17 ottobre 2018) la tradizionale “Giornata dei panificatori”. Con circa 120 aziende associate e oltre 260 punti vendita, i panificatori nell’Unione sono una delle categorie professionali ...