Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
15/03/2019

Incentivare la collaborazione nel mandamento

Assemblea mandamentale dell’Unione in Val Venosta

Da sin. il vicepresidente dell’Unione Sandro Pellegrini, Martin Stampfer, il presidente del mandamento Dietmar Spechtenhauser, Markus Stocker, Bernhard Hilpold e Philipp Moser.
“Le nostre molte aziende, piccole e a conduzione familiare, assicurano la vitalità dei centri urbani e offrono posti per la formazione dei nostri giovani”, ha affermato il presidente mandamentale dell’Unione in Val Venosta Dietmar Spechtenhauser in occasione dell’annuale assemblea mandamentale dell’Unione tenutasi di recente nel centro di formazione di Castel Coldrano e alla quale hanno partecipato oltre 100 imprenditori.

Spechtenhauser ha spiegato che la collaborazione in ambito mandamentale rimane decisiva. Ed è da questa considerazione che prende vita la nuova iniziativa mandamentale “Vivo qui, compro qui”, che si terrà a inizio aprile con l’obiettivo di sostenere il commercio di vicinato e di sensibilizzare la popolazione verso le particolarità del commercio locale e della necessità di fare i propri acquisti in paese.

Nel suo intervento di saluto, il presidente dell’Unione Philipp Moser ha chiarito che l’associazione è a favore di un’autonoma regolamentazione delle aperture domenicali e festive in Alto Adige. Per quanto riguarda il crescente peso del commercio online, Moser ha criticato soprattutto la disparità fiscale: “Auspichiamo una maggiore equità fiscale tra aziende del commercio online e stazionario”, ha chiarito il presidente dell’Unione. Relativamente allo sviluppo urbano è invece necessario stimolare la cooperazione tra commercianti e locali associazioni turistiche. “In quest’ambito ci si chiede cosa facciano le associazioni per lo sviluppo urbano e per il commercio. Le associazioni turistiche sono finanziate in larga parte dalle imposte di soggiorno, e dovrebbero pertanto partecipare attivamente allo sviluppo urbano”, ha concluso il presidente. Il vicepresidente dell’Unione Sandro Pellegrini, invece, ha sottolineato la funzione dell’associazione di accompagnare le aziende nel loro cammino imprenditoriale.

Il direttore dell’Unione Bernhard Hilpold ha introdotto la principale relazione dell’assemblea mandamentale dedicata al tema della Geoanalisi in Alto Adige. La Geoanalisi consiste in una cartina digitale dell’Alto Adige in grado di simulare i futuri effetti e fornire previsioni sulle frequenze e sui flussi di passanti, rappresentando in tal modo un affidabile indicatore per l’attrattività di una determinata area geografica, centro urbano o strada commerciale. Queste conoscenze possono essere di grande utilità sia per le amministrazioni comunali, chiamate a prendere decisioni o avviare progetti locali, sia per singole aziende che intendano insediarsi o ampliarsi in un particolare luogo.

Martin Stampfer, capoarea dell’Unione per lo sviluppo urbano e territoriale, ha illustrato le possibilità offerte da questo innovativo strumento sulla base di alcuni esempi concreti. Sono stati analizzati e simulati gli effetti della nuova circonvallazione di Castelbello/Colsano. I risultati principali: l’attuale strada statale attraverso Castelbello rinuncerebbe al passaggio giornaliero di 26.336 persone (meno 95,5 percento). Questo calo interessa in egual misura residenti e turisti. Con l’apertura della nuova traccia, 1.231 persone sceglieranno invece di percorrere comunque la strada attuale. Gli effetti sulle frazioni e sul circondario sono marginali. Sono stati inoltre simulati gli effetti del nuovo centro commerciale “Waltherpark” di Bolzano.

Come buon esempio della vitalità di un’azienda locale, Markus Stocker ha quindi presentato il suo negozio Jack&King a Silandro e l’idea commerciale che lo sostiene. Autenticità e vicinanza al cliente sono i fattori chiave per il successo.

Prima della parte ufficiale dell’assemblea mandamentale, nell’ambito di un aperitivo conviviale, è stato presentato il tema del welfare aziendale. Sabine Mayr, capoarea dell’Unione per il diritto del lavoro e i servizi sindacali, ha informato i presenti circa i nuovi servizi di welfare con i quali le aziende possono ottimizzare i propri vantaggi fiscali con il risultato non solo di incrementare il potere d’acquisto dei dipendenti, ma anche il loro benessere e la loro produttività. “Si tratta di un’interessante innovazione per le aziende, ma anche per i dipendenti, che possono accedere a beni e servizi fiscalmente agevolati nel campo della salute, della previdenza e della formazione dei bambini, sia per loro stessi che per i loro familiari. Ma sono disponibili anche offerte per sostenere i dipendenti nella vita quotidiana e professionale o ancora nell’ambito della formazione e del tempo libero (viaggi, sport, concerti)”, ha concluso Mayr.
 
All’assemblea mandamentale dell’Unione di quest’anno hanno preso parte numerosi imprenditori di tutta la Val Venosta.
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

13/06/2019

Dal 1° luglio invio telematico dei corrispettivi giornalieri, l’Unione chiede una proroga

Come noto, in Italia, a partire dal 1° gennaio 2020, i commercianti al dettaglio e i soggetti assimilati, dovranno memorizzare elettronicamente, e quindi trasmettere telematicamente all’Agenzia delle entrate, i dati relativi ai corrispettivi ...
 
 

11/06/2019

Idee, la valuta del futuro

Lo scorso anno diversi incontri di networking del settore pubblicitario, workshop strategici e una serie di interventi formativi specifici e di alto livello sono stati gli eventi al centro dell’attività del settore creativo dell’Alto Adige. In ...
 
 

11/06/2019

Shopping serale, tutte le date disponibili

Le serate dello shopping, con i loro variopinti programmi di contorno, animano le estati di numerosi paesi e città di tutto l’Alto Adige. Alla loro organizzazione contribuiscono l’Unione e tutta un’altra serie di associazioni, enti e imprenditori ...
 
 

05/06/2019

Sentenza del Tar nel caso della drogheria a Brunico

L’Unione accoglie con favore la pubblicazione della recente sentenza del Tribunale amministrativo di Bolzano (sentenza nr. 128/2019) sul caso della drogheria aperta nell’estate del 2018 nella zona produttiva di Brunico. Si ricorda che la drogheria ...